La Procura di Milano ha chiesto l’archiviazione per Luigi Mario Favoloso, ex compagno di Nina Moric denunciato da quest’ultima per maltrattamenti, percosse, stalking e appropriazione indebita in riferimento a una serie di episodi denunciati dalla modella croata a partire dall’inizio del 2020, a pochi mesi dalla fine della relazione sentimentale tra i due.

Le denunce, Nina Moric e Favoloso si erano affrontati in tv

I particolari riferiti alla burrascosa separazione tra i due erano stati affrontati pubblicamente dagli interessati nel corso della trasmissione televisiva Live – Non è la D’Urso. In quel contesto, Nina Moric aveva affermato di avere denunciato l’ex compagno per maltrattamenti ai danni suoi e del figlio Carlos, nato dalla precedente relazione con Fabrizio Corona, circostanza negata da Favoloso. Nell’ambito della prima denuncia e nelle integrazioni successive, la modella aveva riferito di episodici maltrattamenti che non avevano trovato piena conferma in sede di indagine. In riferimento a tali circostanze, nella richiesta di archiviazione del procedimento a carico di Favoloso, il pubblico ministero specifica che “le dichiarazioni della parte offesa non appaiono intrinsecamente credibili posto che, in diverse sedi nel corso dell’attività di indagine, sono emerse delle difformità tra le sue dichiarazioni e quelle di altri soggetti da lei stessa indicati come informati sui fatti”. In data 28 aprile 2021, quindi, la Procura di Milano ha richiesto l’archiviazione del procedimento a carico di Favoloso per i fatti a lui contestati.

Nina Moric e Luigi Mario Favoloso
in foto: Nina Moric e Luigi Mario Favoloso

L’avvocato di Nina Moric presenterà opposizione

Solange Marchignoli, avvocato di Nina Moric, ha fatto sapere che presenterà opposizione alla richiesta di archiviazione. Sarà quindi fissata un’udienza al termine della quale sarà il giudice a disporre se archiviare definitivamente il procedimento, disporre nuove indagini oppure procedere con l’imputazione. “Alcuni giornali hanno riportato una circostanza non corretta e cioè che Favoloso sarebbe stato assolto. In verità non è mai stata emessa sentenza di assoluzione”, ha precisato il legale della modella. “Voglio precisare che nessuna chiusura è stata decisa. Nessuno è stato dichiarato innocente perché nessuna sentenza è stata mai emessa. Il pubblico ministero ha chiesto l’archiviazione ma nel nostro sistema processuale questo vuol dire che, a seguito di un atto, si celebrerà un’udienza l’esito della quale il giudice, e solo il giudice, potrà decidere”, ha scritto Nina Moric in una Instagram Story.