E' una Manuela Arcuri raggiante e felicissima quella che parla al settimanale "Gente" del primo periodo di maternità, dopo la nascita di Mattia, il primo figlio. E' stato un anno magnifico per lei, tra successi televisivi ed una gravidanza che attendeva da tempo, la quale potrebbe essere completata solamente da quello che lei ritiene il prossimo passo, fisiologico, prima di allargare la famiglia: "Vorrei una cerimonia religiosa, tradizionale, abito bianco, velo e strascico. Una cerimonia in stile Beautiful a primavera, sulla spiaggia, a piedi nudi. So che per i matrimoni civili è possibile. Lo sarà anche per quelli religiosi? E se scrivessi a Papa Francesco? Quasi, quasi….". non teme dunque l'idea di scomodare i potenti pur di poter esaudire il desiderio di un matrimonio in perfetto stile. Ma Manuela non scorda nemmeno di parlare della sua creatura, dimostrando un atteggiamento da mamma responsabile, indifferente alla cura del corpo se il fine è il bene di suo figlio:

Nessuna dieta o ginnastica, del resto non potrei durante l’allattamento. E questa è una gioia cui non avrei mai rinunciato. Non capisco chi rifiuta di farlo per paura di rovinarsi il seno. Il latte materno è prezioso per i piccoli, dà loro anticorpi e difese immunitarie che nessun altro latte possiede. Chi ha la fortuna di averne e non lo mette a disposizione dei figli per non rovinare l’estetica del corpo è davvero egoista

A quando il secondo figlio?

Un bambino che le ha sicuramente cambiato la vita, generando un senso materno che forse Manuela non si era mai attesa, pur avendo partorito più volte sul set, da attrice: "Questo cucciolo mi ha cambiato la vita! Non credevo si potesse essere così felici. Averlo tra le braccia è un regalo fantastico che la vita mi ha fatto! Tante volte da attrice ho partorito sul set. Ora invece è tutto meravigliosamente vero. E mi sembra ancora un sogno". E allora nonsarà il caso di regalre un fratellino e una sorellina? Manuela non nega di aver pensato anche a questo:

Posso pensarci tra un anno? Io amo le famiglie numerose, ho due fratelli che adoro, Giovanni è un papà tenero e un compagno affettuoso, mi piacerebbe avere un altro figlio, magari una bambina. Per ora però lasciatemi godere Mattia. E poi devo pensare al battesimo, a settembre