Alla soglia dei quarant'anni Margot Sikabonyi è identica nell'aspetto alla Maria Martini di "Un medico in famiglia", dove tutti l'abbiamo conosciuta, ma è una donna con una consapevolezza diversa, un modo di affrontare la vita lontano dalle insicurezze che la attanagliavano da ragazza. Il suo percorso, che l'ha portata anche ad allontanarsi dal mondo dello spettacolo, una distanza che le ha permesso, però, di riappropriarsi di sé stessa, come racconta in un'intervista all'Huffington Post.

Il distacco dal personaggio di Maria Martini

Essere associata per lungo tempo ad uno dei personaggi che il pubblico italiano ricorda con molto affetto, non è sempre stato facile per Margot Sikabonyi che ha raccontato alla nota testata come alle volte abbia provato una repulsione verso il personaggio che in fin dei conti le ha dato la notorietà:

Ho convissuto con Maria per la maggior parte della mia esistenza: l’ho interpretata dai 15 ai 33 anni. All’inizio c’era molta voglia di esserle amica, ma all’improvviso lei ha iniziato ad essere più ‘forte’ di me: le persone non riuscivano a distinguere tra persona e personaggio mentre io, adolescente, andavo alla ricerca della mia identità. Così era iniziato un periodo di rifiuto in cui ho finto che lei non esistesse. Quando mi fermavano in strada dicendo ‘Ciao, Maria’, la mia risposta era: ‘No, non sono io’. Poi, man mano, le cose sono cambiate: oggi sono estremamente grata a Maria, consapevole di tutto quello che mi ha donato.

Un percorso di crescita spirituale

Questo accavallarsi tra finzione e realtà, oltre alla consapevolezza di aver affrontato un periodo di estrema confusione, in seguito alla scomparsa improvvisa del padre, avvenuta quando aveva solo 15 anni, l'ha portata a riflettere sui suoi desideri: "Questa serie di eventi mi aveva destabilizzata facendo nascere in me tante domande. E intanto sul set vedevo persone che avevano tanto successo ma non sembravano felici". Solo con il tempo, poi, è riuscita a dare nuova forma alla sua vita che è ricominciata da una prospettiva completamente nuova:

Grazie ad un percorso di ricerca spirituale. Ero giovanissima e insicura, inconsapevole di me stessa. Davanti allo sguardo altrui mi chiedevo cosa avessi di sbagliato. Per tanto tempo ho vissuto come un pesce fuor d’acqua rispetto ai miei coetanei: avevo bisogno di trovare il mio posto. Alla fine ci sono riuscita.

La scoperta dello yoga

Nonostante la televisione le manchi e non abbia abbandonato per sempre la recitazione, la scoperta che le ha davvero cambiato la vita è stata l'avvicinamento allo yoga. Una disciplina che pratica tutt'ora e che insegna con passione: "Nel 2009 ho fatto le valigie per Hong Kong. Lì ho studiato come insegnante di yoga, che è diventato rifugio e cura insegnandomi ad ascoltare il mio respiro e me stessa. È stato uno dei viaggi che mi hanno ‘guarita’. Prima ancora c’erano state le isole Hawaii, un luogo dall’energia incredibile dove ero andata a studiare Biologia marina. Ho ripreso la mia vita in mano, un passo alla volta, un’accettazione alla volta, un respiro alla volta".