Il caso Pamela Prati – Mark Caltagirone sta facendo talmente discutere da essere diventato un vero e proprio tormentone mediatico, forse senza precedenti. Da giorni, in televisione e sul web, tutti scherzano sul fantomatico fidanzato e promesso sposo della showgirl sarda, che lei stessa ha ammesso trattarsi di un personaggio inventato. Dalle battute nei programmi televisivi agli sketch comici (persino Maria De Filippi non ha resistito alla tentazione), dai meme alle barzellette, il gossip più clamoroso degli ultimi anni si è trasformato in un fenomeno virale. E il vero capolavoro a questo proposito sembra essere quello confezionato da Netflix.

L'idea geniale della piattaforma streaming

Il profilo Facebook della versione italiana della piattaforma di streaming ha infatti pubblicato un post dove (scherzosamente?) viene annunciata una nuova serie dal titolo "Mark", rigorosamente vietata ai minori di 14 anni e interpretata da Pamela Prati, Mark Caltagirone e Barbara D'Urso: "La serie di cui abbiamo bisogno. Mark è disponibile ora (?)". A fianco dell'enigmatica (e strepitosa) locandina, la trama del primo episodio, intitolato "Segreti": "Nel 2019 un uomo senza volto innesca una serie di reazioni a catena tra intrecci famigliari, misteri e matrimoni naufragati". Chapeau al social media manager di Netflix per la trovata esilarante.

Una serie di cui Pamela Prati ha spoilerato il finale

Effettivamente, il caso Caltagirone (qui tutta la storia, compresa l'inchiesta di Fanpage.it sull'argomento) è talmente complesso che potrebbe dare il via a una sceneggiatura da Oscar. Cristiano Malgioglio ha suggerito Pedro Almodovar come regista per un mélo che veda Bardem interpretare Mark, e sta persino pensando di scriverci una canzone. Peccato che la protagonista assoluta, Pamela Prati, abbia già spoilerato il finale, spiegando che il misterioso Caltagirone, in realtà, non è mai esistito.