In un'intervista rilasciata al settimanale Nuovo, Marta Flavi si è trovata a parlare del suo ex marito, Maurizio Costanzo, e in particolare di quando ha scoperto di essere stata tradita, evento che ha portato inevitabilmente alla fine del suo matrimonio. La questione è nuovamente emersa in seguito ai racconti di Maria De Filippi intervistata, per la prima volta, a Domenica In da Mara Venier. Nonostante la sofferenza di quel momento, l'attrice adesso si dice grata per quanto è accaduto.

Le dichiarazioni di Marta Flavi

Il matrimonio tra Marta Flavi e Maurizio Costanzo, in fin dei conti, è durato solo cinque anni, durante i quali la coppia sembrava aver trovato una certa stabilità. Ma qualcosa andò a turbare i loro piani di felicità, un amore improvviso che travolse il giornalista e mise fine alla loro relazione. Alla domanda diretta su come avesse reagito di fronte all'idea che suo marito l'avesse tradita, l'attrice ha così risposto: "Il tradimento con la De Filippi? Ora ringrazio. All'inizio ha fatto uno strano effetto. Lui per me era come un padre, ma con il tempo avevo capito che non poteva funzionare, davanti al tradimento lo cacciai di casa. Sentivo che c'era un'altra ma non avrei mai pensato a lei". Adesso, entrambe, hanno superato questa storia tanto che, nonostante la sofferenza, la Flavi ha dichiarato: "Ora ringrazio Maria per avermelo portato via".

Il racconto di Maria De Filippi

Maria De Filippi, invece, aveva raccontato la sua versione dei fatti in un'intervista a Domenica In, dove non poteva mancare un viaggio a ritroso nel tempo fino all'inizio della storia con Maurizio Costanzo, suo attuale marito. La conduttrice tv, infatti, incalzata dalle domande di Mara Venier ha rivelato:

Speriamo che nessuno si offenda, neanche la sua ex-moglie. All'epoca eravamo amanti, siamo stati scoperti ed è stata fatta una scelta, o stiamo insieme o ci separiamo. Quando fummo scoperti, c'erano implicazioni familiari, perché nessuno sapeva nulla, io lavoravo per lui ed avevo paura. All'epoca c'era il duplex, io stavo a casa mia da sola e stavamo al telefono, lui a casa con lei che alzò la cornetta, quindi eravamo tutti e tre al telefono. Mi auguravo che lui avesse il coraggio di dire, di continuare la storia. Mia madre lo chiamò per sapere che intenzioni avesse con me. Maurizio è sicuramente l'altra metà della mela.