Una donna vestita soltanto in impermeabile, parcheggia il suo bolide all'esterno di un'officina, entra seminando letteralmente il panico tra gli addetti si spoglia e, con uno sguardo sensuale ed equivoco, pungola il proprietario: "Can you fit me?", letteralmente "Mi puoi montare?". Il più palese dei doppi sensi è servito in Australia, dall'azienda di intimo Innerware, che si è vista censurare questo spot dall'Autorità Garante perché ritenuto lesivo nei confronti dell'immagine della donna. Se vi state chiedendo perché hanno voluto utilizzare questo doppio senso, la risposta è da ricercare nella tipologia di lingerie, dotata di una particolare forma di tecnologia, il "fitting". Si tratta di un brevetto sperimentato dalla Innerware che aderisce perfettamente sul corpo, modellando le curve anche senza utilizzare un push-up. Tutto questo non è bastato, così lo spot è cambiato completamente, dicendo addio alla parola "montare". Adesso è un freddo "Do you have all the quality brands?" ad essere pronunciato dalla bella modella. Lo spot è stato censurato soltanto dalla televisione, mentre in rete è ancora possibile trovarlo.