Alberto Aquilani e io per un accordo preso con i legali abbiamo scelto di non rilasciare interviste sulla nostra separazione. In questo momento posso solo dire che sono felice”, dichiara Michela Quattrociocche al settimanale Chi. Secondo la rivista diretta da Alfonso Signorini, la splendida attrice avrebbe voltato pagina dopo la separazione dall’ex marito. Il suo cuore sarebbe tornato a battere per Giovanni Naldi, facoltoso e affascinante albergatore attivo nel settore del lusso. L’azienda che gestisce, la Roberto Naldi Collection, è proprietaria di diversi rinomati alberghi, compreso l’hotel Parco dei Principi a Roma, dove i due si sarebbero conosciuti.

L’incontro con Michela Quattrociocche

Cliente fissa della palestra dell’hotel, Michela avrebbe conosciuto Naldi tra una seduta di allenamento e l’altra. Non c’è alcuna conferma ufficiale alla presunta relazione in corso tra i due. La Quattrociocche è sempre stata molto riservata in merito alla sua vita privata e Naldi non è mai stato abbinato alla cronaca rosa. Lo charme dell’imprenditore avrebbe già fatto colpo sulle amiche di Michela. Lo stesso Alberto Aquilani, ex marito dell’attrice, sarebbe al corrente della relazione nata tra i due.

La separazione da Alberto Aquilani

Alberto Aquilani e l’ex moglie Michela Quattrociocche hanno annunciato la separazione a maggio attraverso un post condiviso sui rispettivi profili Instagram. “In questo momento così difficile per la vita di tutti noi, e dopo tanto dolore per quanto accaduto per il Covid-19, avremmo preferito il silenzio. Ma i tanti amici, e le tante persone che ci vogliono bene, ci chiedono da tempo di noi. Abbiamo deciso – di comune accordo e con grande rispetto reciproco – di separarci. È stata una scelta consapevole, naturalmente sofferta, ma inevitabile. Resta un grande affetto tra di noi, quali genitori che sono e restano orgogliosi di aver costruito una bellissima famiglia, con due figlie meravigliose, che saranno sempre al centro della nostra vita. Chi ci vuole bene saprà rispettare la nostra privacy, soprattutto per la serenità e per la tutela delle nostre figlie. Per questo, da oggi, non parleremo più, di tutto ciò, con nessuno”, avevano scritto i due ex coniugi, a testimonianza del rispetto reciproco rimasto immutato e della necessità di preservare il benessere delle loro figlie. Sentimenti di stima che non sarebbero mai cambiati.