Miley Cyrus è sempre stata un personaggio noto per i suoi eccessi, che ha sempre fatto parlare di sé per la facilità con cui ha dato spettacolo in questi anni dedicati alla musica e sporadicamente anche al cinema, delineando l'idea di una star dedita all' . In un'intervista rilasciata a Variety, la cantante ha dichiarato di aver vissuto un lungo periodo completamente sobria, lontana da alcool e sostanze stupefacenti e questa condizione le ha permesso di riprendere in mano anche le sorti della sua carriera.

Il tormento dei genitori

Da indiscussa stella di Disney Channel a star della musica pop il salto non è stato poi così lungo, ed è passato davvero un tempo irrisorio tra le due esperienze che, in fin dei conti, sono confluite l'una nell'altra, ma Miley Cyrus è riuscita a cavalcare con maestria e una buona dose di eccentricità entrambi i momenti. Nell'intervista rilasciata a Variety, la cantante ha rivelato alcuni dettagli molto intimi sulla sua famiglia che, in qualche modo, l'hanno portata ad affrontare la vita in un determinato modo, che non sempre corrisponde a quello giusto:

Mia madre è stata adottata e io ho ereditato da lei quel senso di abbandono e il desiderio di essere riconosciuta e considerata preziosa…I genitori di mio padre hanno divorziato quando aveva 3 anni, quindi lui si è cresciuto da solo. La storia della mia famiglia con le tante sfide alla dipendenza e alla salute mentale, di cui è piena, mi ha molto influenzato…

Lontano da alcolici e fumo

Miley Cyrus è come se avesse ereditato un tormento interiore che è riuscita a sviscerare solo concedendosi quella vita fatta di esagerazioni e di sballi che, come dichiara alla nota testata, non ha mai smesso fino a sei mesi fa, quando per una tonsillite è stata in ospedale ed è dovuta stare a riposo per lungo tempo. Proprio questo periodo trascorso dopo l'intervento le è servito per ristabilirsi e puntare ancora di più sulla sua carriera:

Sono stata sobria negli ultimi sei mesi. Comprendere perché sono quella che sono mi aiuta a capire il presente e il futuro molto più chiaramente. È stato molto importante per me nell'ultimo anno vivere uno stile di vita sobrio, perché volevo davvero perfezionare il mio mestiere (…) Ammettere di essere sobri nel Duemila ha lo stigma di non essere "divertente", ma ho imparato a gestire lo scetticismo. La cosa che amo di più è svegliarmi al 100%, il 100% delle volte. Non voglio svegliarmi sentendomi intontita. Voglio svegliarmi sentendomi pronta.