Dopo due anni da single, Miriam Leone ha trovato un nuovo amore. La ex Miss Italia, oggi una delle attrici italiane più richieste grazie al successo di "1992" e "1993" (dove interpreta la sensuale e cinica Veronica Castello), ha ormai dimenticato la lunga storia con il tastierista dei Subsonica Davide "Boosta" Di Leo. È il settimanale Chi a pubblicare le foto che provano la nascita dell'amore con il bel Matteo Martari. Un nome che forse dirà poco al grande pubblico, ma il volto è tutt'altro che sconosciuto: si tratta dell'attore di "Non uccidere", al momento in tv con "Sotto copertura – La cattura di Zagaria".

La storia nata sul set di Non uccidere

Come spesso accade quando si tratta di star del mondo dello spettacolo, galeotto è stato il set. La Leone e Martari si sono infatti conosciuti proprio durante la lavorazione di "Non uccidere". Lei è la protagonista Valeria Ferro, tormentata ispettrice con un tragico passato; lui è il giovane poliziotto Andrea Russo, guarda caso innamorato della collega. Il feeling è nato anche nella vita reale e le foto di Chi li mostrano oggi intenti in effusioni romantiche, confermando sospetti e indiscrezioni che circolavano già da alcuni mesi.

Chi è Matteo Martari

Martari, classe 1983, ha iniziato lavorando come modello per brand prestigiosi. Interprete anche a teatro, al cinema l'abbiamo visto in "La felicità è un sistema complesso" di Gianni Zanasi e "2night" di Ivan Silvestrini. L'esordio sul piccolo schermo è avvenuto proprio con "Non uccidere", cui sono seguiti "Luisa Spagnoli", "Un passo dal cielo 4" e, appunto, "Sotto copertura – La cattura di Zagaria". Presto lo vedremo nella seconda stagione de "I Medici": ironia della sorte la prima annata dell'ambiziosa serie in costume aveva visto la partecipazione della Leone.

L'amore tra Miriam Leone e Davide Di Leo

Quella con Davide Di Leo, in arte Boosta, è stata la relazione più lunga dell'attrice, durata 4 anni e conclusasi nel 2015 dopo che lui si è innamorato di un'altra. Anche in questo caso i due hanno condiviso un set: quello di 1992 (e successivamente di 1993), in cui il musicista si è occupato della colonna sonora. La storia è terminata nella totale discrezione e lei ha ammesso come tra loro fosse finita soltanto un anno dopo.