La morte di Kobe Bryant è stato un evento improvviso che ha sconvolto non solo il mondo dello sport, ma una generazione intera di appassionati, di giovani che hanno visto nel grande giocatore dei Los Angeles Lakers una vera e propria leggenda. Nel suo essere una fonte di ispirazione, oltre che per il suo grande talento, alcuni personaggi famosi hanno deciso di ricordarlo elogiando la sua grandezza, a poche ore dall'incidente che lo ha portato via.

Il messaggio di Barack Obama

Uno dei primi nomi a mostrare il suo stupore e l'immenso dispiacere per quanto accaduto è l'ex Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama che su Twitter a nome anche di sua moglie Michelle, ha voluto ricordare le grandi gesta sportive di Kobe Bryant, elogiando il suo talento e rivolgendo un pensiero alla figlia, Gianna, scomparsa nell'incidente insieme al padre:

Kobe era una leggenda in campo e aveva appena iniziato quello che sarebbe stato un secondo atto altrettanto significativo. Perdere Gianna è ancora più straziante per noi genitori. Michelle ed io inviamo amore e preghiere a Vanessa e a tutta la famiglia Bryant in un giorno impensabile.

La dedica di Alessandro Cattelan e Ghemon

Quando si parla di leggenda il nome di Kobe Bryant non risulta altisonante, anzi, è sicuramente l'accezione che più si addice ad un uomo che ha illuminato la vita di molte persone, con il suo talento, la sua bravura e la sua passione. Ed è così, infatti, che vuole celebrarlo Alessandro Cattelan, il volto Sky pubblica una story su Instagram nella quale scrive: "Ogni bambino che hai ispirato vale più di un milione di vite vissute", affiancando due cuori con i colori della squadra di basket che ha portato più volte alla vittoria.

Coloro che hanno avuto il privilegio di conoscerlo, lo ricordano con incredulità per l'accaduto e con una grande tristezza nel cuore, come accade leggendo il lungo messaggio che Ghemon, uno dei più noti interpreti della musica italiana ha scritto per ricordare "Black Mamba":

Pensavo a quale frase di Bruce Lee ti sarebbe piaciuta di più, ne scelsi una e la scrissi a pennarello. Anche solo parlarti cinque minuti di orologio a Parigi, regalarti un mio disco, è stata una delle cose che più mi hanno fatto sentire un privilegiato. Vederti giocare a pallacanestro ed essere decisivo nei momenti decisivi. Sentire le storie sulla tua etica del lavoro, sulla tua mentalità, sull’arrivare in palestra per primo ed andartene per ultimo. Con un rammarico grande…Una giornata che avrei dovuto passare insieme a te, che saltò per onorare un impegno già preso con un concerto.
La vita è fatta anche di queste porte girevoli.
Umilmente grazie per essere stato una cosí grande ispirazione per me e altri milioni di ragazzi e ragazze. Farewell #Kobe

Pensavo a quale frase di Bruce Lee ti sarebbe piaciuta di più, ne scelsi una e la scrissi a pennarello. Anche solo parlarti cinque minuti di orologio a Parigi, regalarti un mio disco, è stata una delle cose che più mi hanno fatto sentire un privilegiato. Vederti giocare a pallacanestro ed essere decisivo nei momenti decisivi. Sentire le storie sulla tua etica del lavoro, sulla tua mentalità, sull’arrivare in palestra per primo ed andartene per ultimo. Con un rammarico grande…Una giornata che avrei dovuto passare insieme a te, che saltò per onorare un impegno già preso con un concerto. La vita è fatta anche di queste porte girevoli. Umilmente grazie per essere stato una cosí grande ispirazione per me e altri milioni di ragazzi e ragazze. Farewell #Kobe

A post shared by Ghemon (@ghemonofficial) on

L'omaggio di Francesco Totti e Vasco Rossi

Francesco Totti ha ricordato l'incontro con il grande cestista: "Onorato di averti conosciuto, Campione dentro e fuori dal campo! R.I.P.". Anche Vasco Rossi ha espresso cordoglio pubblicando una foto del campione: "Oggi Los Angeles è un po’ più triste .. Wiva Kobe". Il legame tra Bryant e l'Italia, del resto, era i vecchia data: il cestista iniziò proprio nel nostro Paese, dove il padre Joe Bryant (anche lui giocatore di basket) militò negli anni 80. Sotto, anche il messaggio del ciclista e personaggio televisivo Ignazio Moser.

Onorato di averti conosciuto, Campione dentro e fuori dal campo! R.I.P.

A post shared by Francesco Totti (@francescototti) on