Che cosa succede ai capelli di Naomi Campbell? La top model, in vacanza a Ibiza col fidanzato Vladislav Doronin, mostra un'attaccatura decisamente sconvolgente

Sembra impossibile vedere un'icona di bellezza come Naomi Campbell alle prese con un problema come la calvizie. Eppure è proprio così, stando a quanto testimoniano le foto che mostrano la Venere nera delle passerelle in vacanza a Ibiza con Vladislav Doronin, il suo ricchissimo fidanzato russo. La top model, concentrata nel rinfrescarsi, si getta i capelli all'indietro con indifferenza lasciando scoperta una parte importante di cuoio capelluto. All'attaccatura sulla fronte, infatti, dei suoi capelli proprio non c'è traccia. Naomi, che generalmente sfoggia una graziosa e modaiola frangetta, rinuncia alle pettinature elaborate e al mare, come chiunque altro, appare nella versione più naturale possibile.

[View the story "Naomi Campbell diventa calva per l'alopecia da trazione (FOTO)" on Storify]

Non notare la zona calva della sua testa è impossibile e c'è chi giura che sia colpa delle extension indossate per troppi anni. Col suo lavoro, la modella è stata costretta per troppo tempo ad applicare delle fastidiose estensioni affinché i suoi capelli risultassero sempre lunghissimi e perfetti. A questo, vanno unite le pettinature quasi impossibili mostrate in passerella, che hanno messo i capelli in un'insostenibile condizione di stress. Ciò le ha infatti causato un'alopecia da trazione che, nonostante i guadagni esorbitanti realizzati con la sua sfolgorante carriera, non è riuscita a curare. Purtroppo, la calvizie di Naomi è un problema che va avanti da anni e al quale la top model sembra aver fatto l'abitudine tanto da non essersi nemmeno preoccupata di mostrare ai fotografi il problema da cui è da tempo afflitta. Poco male, comunque. La Campbell è un'icona di stile e bellezza e non sarà certo qualche capello a farcela piacere di meno. Basta una frangia, in fondo, a risolvere l'inconveniente. Va peggio per le sue bizze. A quelle sì che è difficile trovare rimedio.