Oggi, mercoledì 19 febbraio, sarebbe stato il compleanno di Massimo Troisi, l'attore avrebbe compiuto 67 anni se non fosse scomparso nel 1994 in seguito alle conseguenze di una malattia cardiaca con la quale combatteva ormai da anni. In questo giorno ha voluto ricordarlo anche Nathaly Caldonazzo che ha pubblicato una foto che ritrae i due in uno degli ultimi momenti insieme.

Il ricordo di Massimo Troisi

"Tanti auguri ovunque tu sia" un modo semplice per salutare un uomo a cui è stata accanto negli ultimi periodi della sua vita, un attore che ha segnato per sempre il modo di ironizzare sulla vita, di guardare e descrivere il mondo con quel sarcasmo che non nessun'altro è stato in grado di riproporre. Nathaly Caldonazzo e Massimo Troisi si conobbero nel 1992 e quando lui fu ricoverato a Houston, nel 1993, stavano insieme da poco più di un anno. Le sue condizioni si erano visibilmente aggravate, ma Troisi decise di non abbandonare il suo lavoro e si trascinò sul set, fin quando il 4 giugno del 1994 non esalò il suo ultimo respiro. In una lunga intervista al Maurizio Costanzo Show l'attrice ha raccontato gli ultimi mesi vissuti al suo fianco:

Massimo c’è sempre. Ultimamente sto postando alcune foto scattate insieme che ripercorrono il nostro rapporto fatto di viaggi, tenerezza e momenti difficili. Ricordo quando andammo insieme in ospedale a Houston. Pensavamo fosse una sciocchezza di una settimana e invece restammo lì un mese e mezzo. Mi manca. Era una persona pulita, dai sentimenti nobili. Gli piacevano molto le donne ma sapeva comportarsi da uomo.

Il messaggio di Anna Pavignano per Massimo Troisi

A ricordare questo giorno così significativo è un'altra donna fondamentale nella vota di Massimo Troisi, ovvero Anna Pavignano, compagna di idee, scritture e parole che hanno reso il linguaggio dell'attore campano inconfondibile. Sul suo profilo Facebook, Anna Pavignano scrive poche righe, ma intense e cariche di quell'affetto che nulla può scalfire: "Dicono che bisogna lasciarvi andare, che non va bene tenervi qua. Spero che non sia vero, perché tanti pensieri a te dedicati – i ricordi , gli auguri ogni anno per un tempo che dove sei non ha più valore – sarebbero una catena ben pesante. Ma ci fidiamo di te, hai sempre saputo come fare, restare se volevi, andare quando non volevi più. Se oggi sei ancora così presente tra la gente, ci piace pensare che sia, anche per te, una gioia. Auguri, Massimo".