Nina Moric, la modella croata, è stata una tra le ospiti di "Matrix" nella puntata di ieri sera. Oggetto del dibattito è stata la sua identità politica, la vicinanza agli ambienti della estrema destra come CasaPound e la possibilità di valutare la sua candidatura alle prossime elezioni comunali. Ma Nina Moric ha ammesso senza problemi di avere una coscienza politica di destra, ma di non essere fascista come "70 anni fa".

Sono di destra, lo ammetto. Metto la mia faccia avanti perché loro hanno le idee molto chiare. Non parliamo di fascismo, non è come 70 anni fa, stiamo parlando di adesso. Quello che è successo prima non mi interessa, mi riguarda da oggi in poi. Quello che vedo è quello che loro fanno e sono solo cose positive.

Ma quali sono le caratteristiche del movimento CasaPound che hanno colpito la modella croata?

Sono solo cose positive e buone perché sono nel sociale, hanno aiutato quando è successo il terremoto… tutte queste cose ai media non importano: importa soltanto qualche sballo, magari qualcosa che è andato storto…. Sono orgogliosa di dare voce a questi ragazzi. Amano l'Italia e gli italiani. Potrebbero dirmi ‘Sei croata, torna in Croazia'. Io vivo qui da 16 anni, ho un figlio italiano, ho passaporto e cittadinanza italiana.

"Prendiamo le distanze da personaggi in cerca di visibilità"

Ma il movimento non è tutto con Nina Moric. Su twitter, non sono pochi quelli che hanno fatto notare che la modella croata, forse, potrebbe rappresentare un problema d'immagine. Il dibattito è stato molto aperto, come al solito, e contraddistinto dalle più varie e diverse posizioni. Insomma, non tutti sarebbero a favore di una Nina Moric candidata per CasaPound e sembra esserci ancora poca fiducia nei suoi confronti.