738 CONDIVISIONI
13 Ottobre 2021
14:59

“Non ho mai superato la sua morte”: il dolore di Rocco Siffredi a Ti sento

Torna Pierluigi Diaco su Rai2 con una nuova edizione di “Ti Sento”. Rocco Siffredi è il primo ospite e si racconta: “Mi sono sentito spesso inadeguato e in imbarazzo per il lavoro che facevo”. E sul dolore più grande: “Mio fratello, scomparso a 12 anni. Una donna che perde un figlio di 12 anni per una crisi epilettica, io ne avevo 6, e tutto ad un tratto impazzisce…”.
738 CONDIVISIONI

Rocco Siffredi a Ti sento, la trasmissione della notte condotta da Pierluigi Diaco, lascia vedere un lato inedito del suo privato. Non riesce infatti a trattenere la commozione, gli occhi si fanno lucidi, una lacrima scende, quando il conduttore lo invita a ricordare un dramma, quello di suo fratello, scomparso quando Rocco Siffredi era ancora un bambino. Aveva solo 12 anni quando accadde: "Non l'ho mai superato". 

Il racconto di Rocco Siffredi

Rocco Siffredi si racconta a fatica, ricordando questo dramma, la morte di suo fratello. Un dolore che non ha mai superato, né lui né tantomeno sua madre. Così, Pierluigi Diaco, ha fatto uscire fuori un lato nascosto mai conosciuto prima del pornoattore italiano. Ecco cosa ha raccontato durante la puntata in onda mercoledì 13 ottobre:

Avevo promesso a mia moglie di non emozionarmi, quindi devo farlo subito così non lo faccio più. Mia madre: la voglia di poterle dare qualcosa, di renderla felice…Sono all’asilo, mi vengono a prendere: non è come al solito mia sorella ma una vicina di casa. Mi porta a casa e io sento le grida sotto casa… quel giorno ha cambiato la nostra famiglia. Mia madre l’ho vista soffrire sempre. Una donna che perde un figlio di 12 anni per una crisi epilettica, io ne avevo 6, e tutto ad un tratto impazzisce… Mia mamma metteva da mangiare sul tavolo anche per mio fratello Claudio che non c’era più…

Ti Sento su Rai2

È questo il ricordo più doloroso della vita di Rocco Siffredi. Un ricordo che emergerà in questa intervista rilasciata a Pierluigi Diaco per la seconda edizione del suo "Ti sento". Da quel momento, Rocco Siffredi ha avvertito un desiderio, quello di provare a dare qualcosa di più a sua madre, inseguendo il sogno di una vita. Il suo lavoro, per quanto imbarazzante, è stato una svolta. Lui non nasconde le difficoltà: "Mi sono sentito spesso inadeguato e in imbarazzo per il lavoro che facevo. Ho comunque un ottimo rapporto con tutta la mia famiglia, tutti hanno un forte senso del dovere e un grande spirito di sacrificio". Da questa sera, Ti sento, su Rai2.

738 CONDIVISIONI
Alex Belli: "Rocco Siffredi mi chiese di fare un film con lui"
Alex Belli: "Rocco Siffredi mi chiese di fare un film con lui"
Arisa risponde a Rocco Siffredi: "Rispetto il mondo del porno, non ho problemi a essere sensuale"
Arisa risponde a Rocco Siffredi: "Rispetto il mondo del porno, non ho problemi a essere sensuale"
Rocco Siffredi su Arisa: "È sexy a livelli surreali, darei tutto per fare un film con lei"
Rocco Siffredi su Arisa: "È sexy a livelli surreali, darei tutto per fare un film con lei"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni