Il post di Martina Dell'Ombra sulla tragica vicenda di Roma dell'omicidio di Sara Di Pietrantonio, uccisa e bruciata dal suo ex compagno dopo una lite, ha suscitato reazioni differenti tra i suoi fan. A prevalere, tuttavia, sembrano essere le critiche al suo approccio, con la convinzione di molti che ci siano momenti in cui certe cose non si debbano dire.

La disapprovazione di molti che hanno avuto modo di leggere il post di Martina Dell'Ombra, la quale aveva palesemente intenzione di sdrammatizzare (a modo suo) un tema gravissimo e di grande attualità come il femminicidio, si è trasformata, come spesso accade sul web, in insulti piuttosto pesanti indirizzati proprio a lei sulla sua pagina Facebook (i toni molto duri sono evidenti anche nei commenti a questo articolo). Il caso vuole che si tratti di attacchi violenti, nati paradossalmente dal proposito di combatterla, la violenza. E visto che la cifra stilistica di questo personaggio di fantasia resta quella della provocazione, per rispondere a questi insulti ed evidenziare proprio questa contraddizione, Martina Dell'Ombra ha deciso di raccogliere in un video tutti gli insulti ricevuti, limitandosi a leggere quelli più violenti.

Ciao a tutti! Ho deciso di esprimermi in maniera forte e chiara CONTRO IL FEMMINICIDIO, leggendo molti dei vostri più toccanti messaggi e appelli.

Condividi in onore di te stesso.

Un kissino e tutti e ricordiamoci sempre ‪#‎STOPFEMMINICIDIO‬ no?

Il post sulla vicenda di Sara Di Pietrantonio

Pochi giorni fa, Martina Dell'Ombra, a poche ore dall'omicidio di Sara di Pietrantonio che tante polemiche ha sollevato nell'opinione pubblica, scriveva un post dal contenuto sarcastico rispetto alla vicenda, scherzando e tentando di sdramatizzare in merito alla polemica serissima del femminicidio. Un post capace di sollevare non poche polemiche, anche dai più fedeli seguaci dell'influencer:

Direi che non bisogna esagerare con questa storia del femminicidio. Ok che lui le ha dato fuoco ma non sappiamo lei cosa gli abbia fatto: può avergli mentito, averlo tradito o peggio.. Essersi fatta la nail art!
Potrebbe forse essersi data fuoco da sola per poi dare la colpa a lui.
Quindi inutile sparare giudizi.

Per quanto riguarda gli automobilisti indifferenti esprimo solidarietà: se ogni volta che si è costretti a passare da Roma sud ci si fermasse a dare aiuto… Non si tornerebbe mai più alla civiltà.

‪#‎solidarietà‬