Le indiscrezioni si rincorrevano ormai da tempo, tra conferme sussurrate e secche smentite. Oggi arriva la certezza. Pamela Anderson ha trovato l'altra metà della mela. La bellissima attrice è fidanzata con il giornalista Julian Assange.

In un'intervista rilasciata a Vanity Fair, la Anderson ha confermato la relazione con il cofondatore di WikiLeaks:

"Sì amo Julian Assange, ho solo un sogno: vivere in Francia con lui e suo figlio".

A farli conoscere, è stata Vivienne Westwood, che ha notato molti punti in comune tra i due. Così, la Anderson lo ha incontrato più volte "nella sua minuscola stanza nell’ambasciata dell’Ecuador".

"La nostra relazione è talmente straordinaria che non saprei descriverla"

Si è resa conto, poi, che non erano solo i suoi principi a renderlo interessante ai suoi occhi:

"Cosa ci lega? Quella per i diritti dell’uomo è una guerra romantica che voglio combattere con Julian. Ci amiamo anche per questo motivo, ma la nostra relazione è talmente straordinaria e complicata che non saprei descriverla".

Il suo sogno è poter vivere un giorno in Francia con lui: "L’ultimo figlio di Julian è francese e io amo moltissimo questo Paese, dove trascorro gran parte dell’anno fra Parigi e Saint-Tropez".

"Sono certa che Julian non abbia mai usato la violenza della quale è accusato"

Pamela Anderson ha dichiarato più volte di essere stata stuprata quando aveva 12 anni. Così, le è stato chiesto come faccia a stare accanto a un uomo che è stato accusato dello stesso reato. La sua replica è stata:

"Sono certa che Julian non abbia mai usato la violenza della quale è accusato. Non ci sono prove, a parte un preservativo rotto (due donne lo accusano per rapporti non protetti, ndr). È una montatura per estradarlo verso gli Stati Uniti, che vogliono distruggerlo. Per questo chiedo per lui asilo in Francia, come lo chiedo per tutti i rifugiati politici".