Non solo attori, volti televisivi, cantanti e personaggi pubblici vari italiani, la capacità divisiva dell'esecutivo italiano ha valicato i confini nazionali ed è arrivata oltreoceano. A lanciare in queste ultime ore un messaggio di preoccupazione nei confronti della situazione politica nostrana è stata nientemeno che Pamela Anderson, lì dove l'utilizzo di "nientemeno" porta con sé, per forza di cose, una certa dose di ironia. Non perché vada sminuita l'opinione di Pamela Anderson, che peraltro è interessante per la sostanza e la forma, ma proprio per l'effetto polarizzante che, in questo momento storico, il governo italiano a guida Movimento 5 Stelle/Lega riesce ad avere anche a livello internazionale.

Ma veniamo alla sostanza dei fatti. Poche ore fa dall'account ufficiale di Pamela Anderson sono partiti alcuni tweet che recitavano complessivamente il seguente concetto:

Pensieri dall'Italia. Si tratta di un paese splendido, che amo moltissimo per il cibo, la storia e l'arte, ma sono davvero preoccupata per l'attuale orientamento che mi ricorda gli anni '30. La paura e l'insicurezza dilagante tra le parti sociali, il quotidiano attacco ai rifugiati, la profonda crisi economica. Inoltre, Mr. Salvini ha recentemente affermato che Macron sia il problema dei francesi, lasciando intendere che quanto sta accadendo in Francia con i gilet gialli sia qualcosa che ha a che fare solo con la Francia. Questa è una cosa sbagliata. Ciò che sta accadendo in Francia in questi giorni è un problema europeo, nella stessa misura in cui lo sono le misure contro l'immigrazione e questo scivolamento verso una nuova forma di fascismo in Italia.

Un pensiero preciso e chiaro, con un altrettanto esplicito riferimento ad una sola delle due parti politiche che rappresentano il governo, ovvero il leader della Lega Matteo Salvini. Non è escluso che nelle prossime ore arrivi un commento da parte del ministro dell'Interno, costantemente sul pezzo quando si tratta di polemiche, così come non è escluso che Pamela Anderson, al pari di Fazio, Asia Argento, Roberto Saviano e lo stesso Macron citato dall'ex bagnina di Baywatch, finisca nell'elenco di coloro che non ci saranno alla manifestazione dell'8 dicembre a Roma organizzata dalla Lega.