Pamela Prati ha pubblicato su Instagram una foto scattata insieme al giornalista Maurizio Costanzo, utilizzata per fare suo il consiglio che pochi giorni fa il giornalista e conduttore le aveva dato una volta appresa la notizia del film sulla storia di Mark Caltagirone. La showgirl, sposa mancata dell’inesistente imprenditore e per questo finita nell’occhio del ciclone quale protagonista assoluta della  storia più chiacchierata dell’anno, ha fatto sapere di avere raccolto l’invito di Costanzo: “Stimo poche persone e crescendo il numero è sempre minore. Stimo le grandi menti, quelle brillanti e intelligenti, che parlano al momento giusto e rimangono in silenzio quando serve, per far emergere la professionalità e distinguerla dallo sciacallaggio. Uno di questi è Maurizio Costanzo, una persona autentica e i cui consigli sono esattamente i miei propositi”. Poi, rivolta alle trasmissioni tv che hanno ampiamente discusso il suo caso, ha aggiunto:

Sono una soubrette e tornerò a fare quello, non dando modo a programmi, che hanno VIVACCHIATO (termine più preciso non poteva esserci) su una storia per me dolorosa, di continuare a vivere di luce riflessa perché privi di argomenti validi. La mia riflessione sulle mie origini viene ancora strumentalizzata per scrivere qualche articolo e riempire qualche pagina di giornale e spero finisca presto. Il dolore non va strumentalizzato e solo grandi uomini sono capaci di gesti di intelligenza, quali anche il silenzio, quali le parole giuste al momento opportuno. Grazie Maurizio.

Stimo poche persone e crescendo il numero è sempre minore. Stimo le grandi menti, quelle brillanti e intelligenti, che parlano al momento giusto e rimangono in silenzio quando serve, per far emergere la professionalità e distinguerla dallo sciacallaggio. Uno di questi è Maurizio Costanzo, una persona autentica e i cui consigli sono esattamente i miei propositi. Sono una soubrette e tornerò a fare quello, non dando modo a programmi, che hanno VIVACCHIATO (termine più preciso non poteva esserci) su una storia per me dolorosa, di continuare a vivere di luce riflessa perché privi di argomenti validi. La mia riflessione sulle mie origini viene ancora strumentalizzata per scrivere qualche articolo e riempire qualche pagina di giornale e spero finisca presto. Il dolore non va strumentalizzato e solo grandi uomini sono capaci di gesti di intelligenza, quali anche il silenzio, quali le parole giuste al momento opportuno. Grazie Maurizio.

A post shared by 🌺𝓟𝓪𝓶𝓮𝓵𝓪 𝓟𝓻𝓪𝓽𝓲🌺 (@pamelaprati) on

La Prati in un film sulla storia di Mark Caltagirone

Solo qualche giorno fa la stessa Pamela Prati aveva dichiarato al settimanale Oggi di voler trasformare la sua storia in un film. Lei stessa vi avrebbe recitato nel ruolo di protagonista: “Sto girando l’Italia alla ricerca delle location giuste per il mio film: la mia storia attrae sia Sky sia Netflix. Chi interpreterà la mia parte? Ovviamente io. E chi se no?”.

Il consiglio di Maurizio Costanzo

Appreso il desiderio di raccontare la vicenda in un film, Costanzo aveva consigliato alla Prati di tagliare ogni ponte con questa storia. In un pagina del Diario su Liberoquotidiano, il noto conduttore televisivo aveva espresso chiaramente la sua simpatia per la showgirl, consigliandole al contempo di dimenticare l’intera storia del matrimonio con l’imprenditore inesistente:

Grande simpatia per Pamela Prati che qualche mese fa, fu al centro di gossip rosa alla ricerca di un certo Mark Caltagirone che sarebbe dovuto essere suo marito. Più di un programma televisivo ha vissuto settimane parlando di questa storia probabilmente inventata. Oggi Pamela Prati dice: “D’ora in poi sono Paola Pireddu, la mia vita diventerà un film dal titolo ‘Cherchez Caltagirone’”. Un consiglio: ha fatto per anni teatro e anche televisione, perché non dimentica la storia di Caltagirone e si propone per il lavoro che ha fatto per anni come ottima soubrette? Un altro consiglio: lasci perdere i programmi televisivi che a lungo hanno vivacchiato sulla sua storia vera o presunta.