Paola Barale è stata ospite della trasmissione "La Confessione", condotta da Peter Gomez sul Nove, nella serata di ieri 3 gennaio 2020. Durante l'intervista vari sono stati gli argomenti trattati che hanno attinto dal vissuto della showgirl: dalla carriera alla vita privata.

Il matrimonio con Gianni Sperti

Per la prima volta l'ex valletta di Maurizio Costanzo si è aperta in tv, raccontando i suoi trascorsi anche sentimentali, in primis è stato affrontato il suo matrimonio con il ballerino Gianni Sperti, ormai volto radicato in Mediaset come opinionista di Uomni e Donne. I due dopo aver lavorato insieme nello stesso periodo a Buona Domenica, si sono innamorati e  si sono sposati nel 1998, dopo qualche anno però la loro relazione è arrivata al capolinea e al giornalista, la Barale svela qual è stato il motivo per cui hanno deciso di porre fine alla loro unione e ha spiegato che per il suo carattere ha sempre preferito non averne, anche se le opportunità non le sono mancate: "Lui voleva dei figli, io avevo altre priorità, come il lavoro. Lui lavorava, ma non sempre. Non mi è mancata la materia prima per fare figli se li avessi voluti, mettere al mondo un figlio oggi è molto difficile, io sono molto apprensiva".

Il blitz del 2001 per possesso di stupefacenti

Ovviamente nell'intervista sono stati affrontati altri aneddoti dall'ex concorrente di Pechino Express, tra cui un fatto accaduto ben 19 anni fa, quando nel 2001 la polizia fece un blitz in una casa affittata con alcuni amici all'Isola d'Elba e la accusò di possesso di stupefacenti, come racconta con una certa acredine la showgirl: "Io non sono stata accusata di possesso di marijuana, io sono stata accusata di crack, che non ho mai visto in vita mia. Eroina, che non ho mai visto in vita mia. Inoltre siccome dormivo con una mia amica, tra l’altro mia testimone di nozze sono stata accusata dai giornali di essere lesbica e di fare dei giochi erotici con tanto di oggetti di piacere nel letto. Ho fatto causa per tutte le cose che non erano vere" e aggiunge "questa cosa è stata messa su a tavolino da qualcuno".