Donald Trump ama le donne italiane e, negli anni in cui era single, ne ha corteggiata qualcuna. Tra queste non rientra Paola Ferrari, sebbene i due si conoscano. Lo racconta la celebre conduttrice tv che ricorda di aver conosciuto il futuro Presidente degli Stati uniti d’America a Miami, e di averlo incontrato di nuovo qualche anno dopo a New York.

Intervistata dal settimanale “Chi”, racconta di averlo trovato un perfetto gentiluomo, profondamente diverso rispetto ai racconti ascoltati sul suo conto.  Lo conosce talmente bene da ritenersi certa che le accuse di maschilismo ai suoi danni siano vere e proprie macchinazioni:

Ho abitato sei anni nella Trump Tower, sì proprio sotto la casa del neopresidente degli Stati Uniti. E per come ho conosciuto io Donald Trump, lo considero un perfetto gentiluomo. Non è un giudizio politico, il mio, ma umano. Mi sono stupita delle critiche feroci che gli sono state rivolte. Si è sempre occupato delle sue ex mogli e non solo dal punto di vista economico. Il suo braccio destro è la figlia Ivanka, non i due figli maschi. Non mi pare sia un maschilista

L’appartamento nella Trump Tower

Trump e Paola Ferrari si conoscono perché la conduttrice è stata sua vicina di casa per anni. Nel 2009, periodo in cui a New York scoppiò la crisi, acquistò un appartamento all’interno della Trump Tower, proprio al piano inferiore rispetto a quello adibito ad abitazione della nuova famiglia presidenziale:

Non lo vidi per due anni, dopo Miami. Nel frattempo nel 2009 scoppiò la crisi e con Marco pensammo di acquistare un appartamento a New York come investimento. Sa, per i nostri figli… Il prezzo era sceso molto e lo ristrutturammo con l’architetto Massimo Locatelli. Trump abitava sopra di noi, aveva tutto il piano. Insomma, eravamo vicini di casa.

Vedeva poco la first lady Melania, che considera profondamente riservata, ma Trump ebbe modo di conoscerlo bene:

Un giorno me lo trovai in ascensore. Veniva dal piano di sotto, vietato ai condomini. Ricordò subito di avermi incontrata a Miami. Quando gli dissi dell’acquisto, si offrì di svelarmi i segreti della Torre. Non credo di essere il suo tipo, troppo piccolina. Lui è altissimo e gli piacciono le donne alte. Nessun corteggiamento. Tre giorni dopo uno dei quattro concierge mi chiamò, confermandomi che il signor Trump mi aspettava. Mi svelò i passaggi segreti dei residenti per muoversi nella Torre, che considera la sua casa, e si rallegrò del fatto che conoscessi la sua prima moglie, Ivana. Insomma, fu di una gentilezza squisita.

Paola Ferrari e il marito Marco De Benedetti hanno venduto, non senza dispiacere, il loro appartamento newyorkese, 150 metri quadri con vista spettacolare ubicato al 35esimo piano della Trump Tower.