È una Paola Ferrari inedita quella che si è raccontata nella trasmissione di Radio2 "Un giorno da pecora". La giornalista che sta accompagnando gli spettatori Rai lungo il percorso degli "Europei 2016", ha svelato il nome di un calciatore – oggi allenatore – per il quale aveva un debole:

"Solo uno mi è piaciuto tanto. Però sai cos'è? Come giornalisti allora non si poteva. Se eri fidanzata con un calciatore, ti tagliavano fuori immediatamente. Mi piaceva Marco van Basten. È uno con cui sarei uscita, ma lui era già fidanzato. Tutte impazzivano per Gullit e invece io adoravo van Basten".

Paola Ferrari: "Marco van Basten è bello anche oggi, è invecchiato bene"

Paola Ferrari, dunque, ha ricordato quella "simpatia reciproca" che li legava. Secondo la giornalista – che a 55 anni è in splendida forma – ancora oggi Marco van Basten sarebbe un uomo decisamente affascinante:

"Non è mai venuto in studio…ma quando mai veniva. Non ho mai visto van Basten in uno studio, però lo intervistavo e lui mi aspettava. C'era una simpatia reciproca. Se devi sceglierlo, è meglio bello. Ancora adesso lo è, è invecchiato bene e non tutti invecchiano bene. Gli uomini a cinquant'anni hanno un crollo, molto più di noi donne. Invece van Basten no".

C'è un altro personaggio del mondo del calcio, che ha attirato l'attenzione di Paola Ferrari: "Marcello Lippi è uno degli uomini più belli del mondo, è senza età". Dal 1997, la giornalista è felicemente sposata con Marco De Benedetti.