Dopo anni, Paola Frizziero torna a parlare pubblicamente. L'ex volto di Uomini e Donne, in un'intervista pubblicata dal canale YouTube San Mattia Onlus, ha annunciato di essere incinta. Aspetta il primo figlio dal marito Francesco. Il bebè si chiamerà Gennaro Maria. Nel corso della lunga chiacchierata, Paola ha anche ripercorso la sua storia, tornando con la mente ai tempi della partecipazione al programma di Maria De Filippi.

La partecipazione a Uomini e Donne nel 2005

Paola Frizziero approdò a Uomini e Donne in una sorta di appuntamento al buio. Poi decise di corteggiare Salvatore Angelucci. Accarezzava da tempo l'idea di prendere parte al programma di Maria De Filippi. Guardare Uomini e Donne in compagnia di un'amica, era il suo momento di svago quotidiano. Sua madre le disse che se avesse partecipato alla trasmissione l'avrebbe cacciata di casa, ma un giorno mentre era nell'aula multimediale di inglese, decise comunque di inviare la mail. Dopo qualche mese, in piena estate, la redazione di Uomini e Donne la contattò e le disse: "A settembre registriamo, se non ti fidanzi ti aspettiamo". Dopo l'estate sostenne il provino e così, iniziò a corteggiare Salvatore Angelucci.

La relazione con Salvatore Angelucci

Era la stagione 2005/2006 di Uomini e Donne e sul trono c'era l'aitante Salvatore Angelucci. Paola Frizziero lo notò subito e decise di fare tutto il possibile per conquistarlo. Vide in lui un po' la figura di Raoul Bova di cui era appassionata dai tempi del film ‘Piccolo grande amore': "Per sei mesi l'ho corteggiato. Lui era il principe azzurro e io la ragazza della porta accanto. Con i miei strumenti sono riuscita a farmi scegliere". Quando i riflettori si spensero, la relazione durò otto mesi. Paola Frizziero, vivendo la quotidianità con Salvatore Angelucci, si rese conto che nel corso dei sei mesi trascorsi nel programma di Maria De Filippi si era innamorata di un'idea più che di Salvatore:

"Abbiamo vissuto 8 mesi di convivenza a Milano. Abbiamo vissuto un fidanzamento quasi normale. Ciò che mi ha creato più difficoltà in questa storia è stato il fatto di idealizzare per sei mesi una persona, poi quando mi ci sono ritrovata a vivere insieme, mi sono resa conto che stavo amando un'idea e non la persona stessa. Svegliarmi con lui, vivere la quotidianità, mi ha fatto scoprire che quella persona non la conoscevo veramente e non l'amavo. Questa situazione mi ha portato a sentire dentro di me dei vuoti, che mi hanno fatto soffrire ed essere pesante in questa relazione. Ero insoddisfatta".

Salvatore Angelucci, per stessa ammissione di Paola Frizziero, avrebbe "sopportato" per un po' il continuo malcontento della fidanzata. Poi, non riuscendo più "a gestire la situazione", decise di mettere un punto, invitando Paola a tornare a Napoli e a riprendere in mano la sua vita. Così, si è concluso il loro rapporto:

"Con tanto affetto e carineria, mi ha fatto capire: ‘Svegliati dal sonno, riprenditi la tua vita, hai l'università, la famiglia, le tue amicizie, è il caso che tu torni a Napoli, sei una bravissima ragazza, sei un angelo'. Le cose che una fidanzata non vorrebbe mai sentirsi dire: ‘Sei buona, sei brava, però…'. Questo mi faceva ancora più arrabbiare. Sono stata costretta a tornare a Napoli. In quel periodo stavo veramente male".