È stato un attore all’interno della soap opera Centovetrine e, prima ancora, uno dei protagonisti dell’Isola dei Famosi. Il vero interesse di Raffaello Balzo, però, rimane la vita all’aria aperta e i viaggi che l’attore si concede spesso in giro per il mondo. È stato proprio in occasione di uno di questi viaggi che Balzo ha rischiato la vita. Durante un’escursione in barca al Polo Nord, Raffaello è stato trascinato in acqua da un’onda molto potente ed è stato solo grazie al provvidenziale intervento di chi era con lui che l’attore è riuscito a cavarsela. Intervistato dal settimanale Nuovo, Balzo ha raccontato:

Siamo andati al Polo Nord in gommone, in una località perfetta per fotografare le aquile. Faceva talmente freddo che ci hanno dato delle tute speciali. Al ritorno abbiamo dovuto affrontare un mare piuttosto agitato; mi trovavo sul bordo del gommone e forse per la stanchezza, un’onda mi ha colto di sorpresa e mi ha spinto in acqua! Per fortuna avevo un esperto accanto ed eravamo a 3 miglia dal porto. Mi ha fatto risalire a bordo e mi ha spogliato tutto prima di rientrare a tutta velocità sulla terra ferma. Sembra una soluzione folle, invece mi ha spiegato che se non mi avesse tolto subito i vestiti bagnati, avrei passato grossi guai: la sensazione è di essere protetti, ma in realtà gli abiti congelano in pochissimo tempo.

Lasciata la tv, Raffaello Balzo sogna di diventare papà

L’attore ricorda con un sorriso quell’esperienza, certo di averla scampata. In questo periodo si sta concedendo una serie di viaggi in giro per il mondo, dopo essersi preso una pausa dalla televisione. Fino a poco tempo fa, Raffaello interpretava il ruolo di Niccolò Castelli all’interno della soap opera Centovetrine, ruolo che si è esaurito da pochi mesi:

In Italia si producono solo cose commerciali e semplici, ma al momento ho in ballo due spettacoli molto interessanti. Ho amato il ruolo di Niccolò Castelli in Centovetrine, ed è stata una sfida per i ritmi assurdi. Ho provato com’è essere sempre sul pezzo, sempre pronto a girare ed è un’esperienza costruttiva. L’amore? Per adesso, il mio unico amore è la fotografia, ma non nascondo che mi piacerebbe diventare presto papà.

E se il desiderio dovesse diventare realtà, Raffaello sarà costretto ad abbandonare le peripezie a base di adrenalina che oggi si concede con indulgenza.