Ginevra Lambruschi, influencer ed ex fidanzata di Nicolò Bettarini, ha dovuto attendere una diretta televisiva perché Pierpaolo Petrelli le comunicasse l’intenzione di chiudere la loro breve frequentazione. È accaduto nello studio di “Pomeriggio5”, la trasmissione pomeridiana di Canale5 condotta da Barbara D’Urso. La conduttrice ha invitato in studio l’influencer e l’ex velino di “Striscia la notizia” perché raccontassero come prosegue la storia d’amore annunciata proprio in trasmissione solo qualche giorno fa. Ma ad attendere Ginevra è stata una doccia fredda: “La situazione è tragica per quanto mi riguarda. Tre giorni fa ero a casa sua, abbiamo dormito insieme e il giorno dopo è sparito. Cos’è cambiato? È sparito”.

Perché Pierpaolo Petrelli ha lasciato Ginevra Lambruschi

Pierpaolo ha difeso la scelta di parlare pubblicamente del flirt con Ginevra e rivendicato la libertà di ritenere chiusa quella frequentazione anche solo poche ore dopo: “Io avevo semplicemente detto di avere conosciuto una ragazza con la quale stavo bene. Non ho mai detto di essermi fidanzato. Mi è sembrato più giusto dire che sento che non può esserci nulla tra noi. La settimana scorsa mi era stato chiesto se fossi fidanzato e ho detto che la stavo frequentando. Punto”. In disaccordo l’influencer: “Non è vero che ci siamo visti solo due volte, sono state almeno cinque o sei. Mi spieghi perché sei venuto qui a fare il mio nome e cognome se non eri convinto di questa frequentazione?Poteva dirmelo subito che non c’era interesse, non dovevi sparire” Ma l’ex compagno di Ariadna Romero ha giustificato la sua assenza con la necessità di dedicarsi al lavoro:

Se avessi detto che ero single ti saresti arrabbiata. Ho preferito essere trasparente. Non sono sparito, semplicemente lavoro 11 ore al giorno. Non sto con il cellulare in mano tutto il tempo. Le avevo chiesto di raggiungermi per poterle spiegare che mi sembrava inutile portare avanti questa situazione.

La lite con Maurizio Sorge

Il fotografo Maurizio Sorge ha accusato Petrelli di avere voluto strumentalizzare il nome di Ginevra solo per trarne un beneficio: “Il nome di lei ti è servito perché ha 500 mila follower”. E quando l’ex velino si rivolge al paparazzo e a Francesco Fredella, apostrofandali come “Mimì e Cocò” – espressione generalmente utilizzata per descrivere due persone inseparabili – scatta la lite in studio. “Che stai a dì? Come ti permetti? Non c’è niente da ridere. Tu sei un velino! Lo dice a suo fratello, non a me”.