Tra Guendalina Tavassi e Pietro Titone volano insulti pesanti, e ci si mette di mezzo Giuliano ad esasperare gli animi

Maxi discussione al Grande Fratello 11, con insulti trasversali e totale coinvolgimento di tutta la casa, chi più chi meno. Vi proporremo in video solo una parte, perchè la lite è pressocchè infinita, e tenteremo di raccontarla in tutte le sue fasi. La causa scatenante è il baccano notturno di Pietro, che giocava a pallone facendolo rimbalzare sulla porta di Guendalina. Margherita va ad avvisare Pietro che Guenda si stava alterando, ma lui continua, finchè Guenda non si alza e lo avvisa che l’indomani mattina consumerà la sua vendetta. Pietro torna nella sua camera, e viene raggiunto da Margherita, che lo avvisa nuovamente della rabbia di Guenda. Pietro consiglia allora a Massimo, il nuovo concorrente, di aprire e chiudere la porta della romana, perchè è una cosa che lei odia, ma il Pitbull si rifiuta.

All’indomani effettivamente Guendalina mantiene quanto promesso, e di buon ora comincia ad urlare saluti a chiunque, svegliando ed indisponendo Pietro. Si scatena un parapiglia generale in cui Guenda accusa Pietro di aver turbato volontariamente il suo sonno, e Pietro dice che non aveva intenzione di provocarla, ma che semmai è lei che s’è svegliata con quell’intenzione. Sappiamo bene che non è così: Pietro avrebbe voluto continuare a tormentare Guenda mandando avanti Massimo, il nuovo concorrente, ma quest’ultimo s’è rifiutato, e sappiamo bene che la reazione mattutina di Guenda voleva essere una sana risposta provocatoria alla notte precedente.

Ad acuire la tensione ci pensa Giuliano Cimetti. Mai, nelle pur numerose sfuriate del comasco, abbiamo assistito ad un tale spiegamento di nervi: dopo aver espresso l’idea che la vendetta di Guenda era più che motivata perchè pareggiava i conti, avendo incassato la reazione annoiata ed indisponente di Pietro, Giuliano perde il controllo ed inveisce con violenza contro chiunque gli stia a tiro. Che gli si dia ragione o torto, per lui fa poca differenza, non ci si deve intromettere mentre lui è faccia a faccia con qualcuno, nel caso specifico, Pietro.

Il clima creato da Giuliano trova l’ideale continuazione nella nuova folata di screzi che giunge poco dopo. Protagonisti ancora una volta Guendalina e Pietro. Ritrovandosi a ripetere le stesse motivazioni di prima con toni più accesi, Pietro esibisce il gomito del rosik che ormai ben conosciamo, Guendalina Tavassi gli dà un gentile consiglio su dove infilarlo, e Pietro le risponde che starebbe più largo nel “contenitore” di Guenda.

Cerchiamo di edulcorare il loro linguaggio, perchè a citarlo si finisce per riempire la pagina coi puntini di censura. Fatto sta che Guenda, all’ultima uscita di Pietro, si risente come non mai, e gli dice di ricordarsi la frase che ha detto, perchè la prossima volta che Pietro Titone si lamenterà dei toni di Guenda, lei gli ricorderà che le ha dato della “pu…na”. Per ora si limita ad apostrofarlo con un “cafone e maleducato”.

C’è anche spazio per un secondo scontro tra Pietro e Giuliano, in nomination con Olivia, quando il senese promette di non far dormire più nessuno in casa, minacciando di tormentare chiunque anche quando Giuliano si oppone a questo modo di fare, e si rimangia tutto quando ad intimargli che non si ragiona così è Massimo. La cosa fa impazzire di rabbia Giuliano, che scatta come una molla dal divanetto, e accusa Pietro di essere “una m..da” perchè si alliscia il Pitbull, e non rispetta il colonnello. Guenda gli dà man forte, dando del “lecca…o” al senese, ma Giuliano ancora una volta non gradisce intrusioni. Nel nostro video gf11 proponiamo la fase più accesa dello scontro Pietro-Guenda.