Siete insieme al vostro partner, intenti a fare un acrobatico selfie senza il comodo ma discutibile stick, e una persona vi si avvicina proponendosi di farvi una foto? Sappiate che quella persona potrebbe essere Meghan Markle. Ecco quello che è successo a Iliya Pavlovic e Asymina Kantorowicz, coppia in visita al Parco Regionale dell'isola di Vancouver, in Canada, quando nell'intento di fotografarsi insieme sono stati avvicinati da una donna, che gli ha appunto chiesto se volessero lei scattasse loro una foto: "Abbiamo risposto di sì. Non ho visto chi fosse in quel momento – hanno raccontato a CTV News  – Pensavamo avesse un aspetto familiare, ma non che potesse davvero trattarsi di Meghan Markle".

La foto scattata da Meghan Markle in Canada

I due hanno quindi raccontato di aver accettato, non avendo idea che si potesse trattare di Meghan Markle, prima che la ragazza la riconoscesse: "Mi sono bloccata – ha detto Kantorowicz – non riuscivo davvero a crederci. Poi ho guardato al suo fianco e solo allora mi sono resa conto che c'era anche il principe Harry". L'atteggiamento di Meghan Markle viene descritto come molto amichevole, alla fine la duchessa del Sussex, dopo aver restituito loro il, gli augurato un felice anno nuovo.

Meghan e il rigido protocollo reale

Nulla di speciale, si penserebbe, ma è vero che questo aneddoto si inserisce in qualche maniera nella narrazione della nuova coppia reale, e in particolare della Markle, che sin dall'inizio della sua relazione con Harry ha dato dimostrazione di essere incline alla rottura del rigido protocollo reale. Diversi i casi in cui lo ha già fatto in passato, tra i quali il più "eclatante" è stato quello in cui ha chiuso da sola la porta dell'auto, gesto che solitamente, stando alle ferree regole del cerimoniale dei reali britannici, spetta ad una persona che ne ha specifica mansione.