La Regina Elisabetta II (foto di Sean Gallup/Getty Images)
in foto: La Regina Elisabetta II (foto di Sean Gallup/Getty Images)

Per la prima volta la Regina Elisabetta non festeggerà il suo compleanno in maniera speciale e soprattutto non vi sarà il tradizionale saluto con colpi di cannoni che accompagnava l'omaggio alla Regina. La scelta è stata voluta dalla stessa Elisabetta, che festeggerà 94 anni il prossimo 21 aprile, perché non sarebbe stato appropriato in un momento in cui la pandemia di coronavirus sta facendo migliaia di vittime in tutto il mondo, compreso il Regno Unito. Proprio in Inghilterra si contano già circa 14 mila morti a causa del virus, facendo della Gran Bretagna il quinto Paese per numero di morti al mondo.

Colpi di cannoni inappropriati

Sparar colpi di cannone da diverse parti di Londra, come avveniva in passato, in questo momento, insomma, non sarebbe stato appropriato. Solitamente lo si fa per marcare momenti importanti come anniversari e compleanni, appunto. Lo scorso anno furono usati più di 200 cavalli, 400 musicisti e 1400 ufficiali per la parata – che solitamente si muove da Buckingham Palace – di una tradizione che risale alla metà del 1700. Per la Regina quest'anno sarà un compleanno che si svolgerà soprattutto via social media, come scrive la CNN, che scrive che "Tutti gli affari della Famiglia Reale, comprese le telefonate e le video chiamate rimarranno private".

Nessun festeggiamento speciale per i 94 anni della Regina

"Non festeggeremo il compleanno della Regina in nessun modo speciale quest'anno a causa del coronavirus" avrebbe detto una fonte al reporter di ITV Chris Ship. Nei giorni scorsi, col Paese che affrontava il Covid-19, che ha colpito anche il Primo Ministro Boris Johnson, la Regina aveva ritenuto necessario tenere un raro discorso al Paese per ringraziare tutti quelli che sono in prima linea e per promettere che "torneranno giorni migliori". Già il mese scorso, comunque, era stato detto che il compleanno, che si festeggia a giugno, avrebbe subito riduzioni dovuti alle limitazioni per il lockdown.