Rob Lowe ha confessato di aver rifiutato la parte di Patrick Dempsey in Grey’s Anatomy, un no che gli sarebbe costato 70 milioni di dollari, circa 62 milioni di euro. La star ha sottolineato la sua difficoltà nel riuscire ad identificarsi nella parte del Dott.re Stranamore, il nomignolo con cui è stato ribattezzato il leggendario dottor Derek Shepherd.

Un no di cui non si è pentito

L'attore statunitense ha però ribadito di non aver mai avuto rimpianti rispetto alla sua decisione e di non essersi mai pentito per il clamoroso "no", così come dichiarato al presentatore Marc Maron di WTF: "Dopo aver visto alcune puntate ho pensato che non avrei mai potuto indossare i suoi panni". La sua rinuncia ha favorito il collega Patrick Dempsey, che ha interpretato la parte dell'avvenente neurochirurgo dal 2005 al 2015.

Chi è Rob Lowe

Classe 1964, l'attore Rob Lowe è in America molto famoso. Il suo debutto nel mondo del cinema avviene grazie al film “I ragazzi della 56a strada”, di Francis Ford Coppola, successivamente sono molte le pellicole a cui prende parte come “Hotel New Hampshire” (1984), “Oxford University” (1984), il noto “St. Elmo's Fire” (1985), “Spalle larghe” (1986). Ma il successo vero e proprio si può dire che è arrivato recentemente, grazie alla serie tv Brothers & Sisters, dove incarna dal 2006 al 2010 il personaggio del senatore Robert McCallister nella serie che narra le vicende di un'agiata famiglia californiana. La vita sentimentale di Lowe è stata abbastanza movimentata: ha avuto una lunga e tormentata relazione con l'attrice Melissa Gilbert, celebre per il suo ruolo nel telefilm "La casa nella prateria", successivamente un flirt con l'attrice e modella Nastassja Kinski e un altro con la principessa Stéphanie di Monaco.

Lo scandalo sessuale che l'ha travolto

Nel 1988 l'attore è coinvolto in uno scandalo e la sua carriera subisce una battuta d'arresto. Inizia a circolare un video che lo vede coinvolto in scene di sesso con due donne, di cui una minorenne. Dopo questo terremoto entra in una clinica riabilitativa a causa della sua dipendenza da droga e sesso.