Ai funerali di Gigi Proietti c'era tutta Roma. Tantissimi amici, compagni di viaggio e tutti i suoi allievi. Come Rodolfo Laganà. L'attore, classe 1957, è stato tra i primi allievi ad aver partecipato ai corsi del Laboratorio di Esercitazioni Sceniche di Gigi Proietti e con lui ha condiviso anche numerosi successi, uno tra tutti il sequel di Febbre da cavallo nel 2002.

Il dolore di Rodolfo Laganà

Rodolfo Laganà è arrivato in carrozzella, accompagnato dal suo inseparabile figlio Filippo. Come è noto, l'attore soffre da tempo di una forma di sclerosi multipla con cui convive da tempo. Proprio in televisione, in una delle recenti puntate di Oggi è un altro giorno, la nuova trasmissione condotta da Serena Bortone aveva raccontato: "Ci convivo da tempo, ma ho imparato ad affrontare la vita con umorismo e soprattutto ho trovato spazio e sollievo nella Fede. Credere in Dio mi ha aiutato tantissimo". Alle telecamere di Fanpage.it, Rodolfo Laganà ha raccontato:

Devo molto a Gigi. Mi ha cambiato la vita, mi ha insegnato questo mestiere e ogni giorno è stata un'esperienza, ogni giorno un racconto, una favola. Mancherà a me e mancherà a tutta Roma. Gigi è la città di Roma, l'ha cantata e l'ha recitata in tutti i modi. Per me, Gigi sarà sempre accanto a me.

I funerali di Gigi Proietti

Il feretro di Gigi Proietti ha attraversato simbolicamente tutta Roma. Una città distanziata per le restrizioni dovute al Covid-19. Il feretro è arrivato al Globe Theatre, il teatro da lui fatto costruire che sarà a lui intitolato. Davanti allo sguardo commosso di sua moglie Sagitta Sager, delle sue figlie Carlotta e Susanna, si sono alternati i ricordi e le parole di Virginia Raggi in collegamento video (per l'isolamento dato dalla positività al Covid19), di Marisa Laurito: "Eri teatro sincero e sapiente", di Paola Cortellesi, di Edoardo Leo, di Pino Quartullo, di Valentina Marziali e di Walter Veltroni. Enrico Brignano e Flavio Insinna, stretti vicini nel dolore, erano molto attesi. Ha scelto di parlare solo Enrico Brignano: "Non riesco a dire che non ci vedremo più".