La teoria di Eleonora Brigliadori secondo cui sarebbe la chemioterapia a uccidere i malati di cancro trova un’altra strenua oppositrice. Si tratta di Rosanna, figlia di Lino Banfi. La donna è stata ospite di Barbara D’Urso a “Pomeriggio 5” e proprio all’interno del salotto televisivo condotto dalla D’Urso ha raccontato la sua battaglia vinta contro il cancro:

Eleonora Brigliadori in questo servizio delle Iene dice cose assurde. Consiglia a una ragazza di non iniziare la chemio, ma di utilizzare una crema di fitolacca. Io mi sento offesa da ciò, perché è grazie alla chemioterapia se sono guarita.

Justine Mattera, interrogata a proposito dello stesso argomento, si dice d’accordo con la Banfi:

Questa donna è folle, l'unica cosa provata che ti permette di guarire è la chemio. Lo so bene perché mia sorella ha avuto 3 volte questo problema e per 3 volte è guarita.

Eleonora Brigliadori: “La chemioterapia uccide”

Eleonora Brigliadori è una sostenitrice del metodo Hamer, medico tedesco radiato dall’ordine per avere condotto una serie di studi alternativi nel campo della ricerca contro il cancro. La donna, showgirl famosa soprattutto nei primi anni 2000, sostiene che a uccidere chi si ammala di cancro sia la chemioterapia. Recentemente p stata protagonista di un discusso servizio de “Le Iene”. Contattata da una complice della trasmissione che si è finta malata, le ha consigliato caldamente di evitare le cure tradizionali assicurandole che così facendo il cancro sarebbe sparito da solo. Intercettata da Nadia Toffa a proposito dei suoi consigli, ha aggredito l’inviata per poi scagliarsi contro la trasmissione in un messaggio pubblicato sul suo profilo Facebook: “Quel servizio è stato tagliato ad arte. Si mira a minare la mia credibilità. È un programma immondo e il male vi si ritorcerà contro”.