Quella tra Morgan ed Ermal Meta è stata una complicità durata poco, il tempo di un'edizione di Amici andata a finire male (con l'esclusione del primo dal programma) durante la quale i due mostravano chiari segnali di affinità artistica. Nelle ultime ore, tuttavia, si è consumato un botta e risposta a mezzo social che finirà certamente per compromettere il loro rapporto. Tutto nasce da un'intervista di Morgan al Barone Rosso, celebre trasmissione di Red Ronnie.

Morgan attacca Ermal Meta e Fabrizio Moro

Nel corso dell'intervista il frontman dei Bluvertigo non si è detto concorde con le scelte del direttore artistico Claudio Baglioni, puntando in particolare una delle coppie in gara al prossimo Festival, quella composta da Fabrizio Moro e, per l'appunto, Ermal Meta. Castoldi ha apostrofato l'artista di origini albanesi così:

Fabrizio Moro! Cioè il Sanremo di Baglioni lo vince Fabrizio Moro, che poi sta con Ermal Merdal. Cioè Meta, come Metadone

La prima risposta di Ermal Meta arriva tramite Twitter, con toni piuttosto pacati, ed avvia un battibecco che proseguirà in questa modalità pubblica, con qualche caduta di stile: "Caro @InArteMorgan anni fa in un’intervista dicesti “se non amo l’uomo, non amo l’artista”. Spero che tu sia orgoglioso dell’uomo che sei. Io di me lo sono anche se tu mi definisci Merdal o Metadone. Io però non capisco perché non sono esperto in nessuna delle due cose. #mah". 

Diverbio che, appunto, Morgan non fa nulla per spegnere, aggiungendo carne al fuoco e tirando ancora in ballo, in maniera tutt'altro che velata, Fabrizio Moro, pure lui nel cast di Amici nella scorsa stagione, in qualità di professore: "Brillante replica quella di @MetaErmal devo dire. Non capisco come faccia però a non intendersi di merda visto che è un essere umano e in quanto tale la gestisce quotidianamente. Inoltre andrà a #Sanremo con @FabrizioMoroOff". 

La risposta di Ermal Meta

Inevitabile la chiosa di Meta, che riesce comunque ad abbassare i toni del diverbio, dicendosi rattristato per le accuse di Castoldi e incitandolo a tornare a fare musica: "Che tristezza Marco. Il primo viaggio che ho fatto appena ho preso la patente era per venire ad un tuo concerto. Che amarezza. Basta con queste cazzate, non sperperare il tuo immenso patrimonio musicale. Pubblica un disco e lasciaci tutti senza parole. Io almeno ti aspetto ancora". 

Morgan si scusa, ma spiega il suo comportamento

E come sempre, Morgan tira l'asso fuori dalla manica quando non lo si aspetta. Dopo aver obiettivamente assunto un comportamento sopra le righe, Castoldi risponde a Ermal Meta con un lungo post su Facebook, decisamente più riflessivo (Facebook gli si addice più di Twitter), chiarendo la posizione presa, scusandosi per i toni duri, ma rievocando anche il precedente amaro che ha generato questa sua avversità alla coppia, e in particolare a Meta. Il riferimento, per quanto non esplicito, sembra essere ad Amici, quando Castoldi venne cacciato letteralmente dal programma per un comportamento ritenuto poco consono, e non trovò dalla sua parte molte persone disposte a difenderlo. Ecco le parole scritte a Ermal Meta:

È vero Ermal Meta, su questo ti do ragione, sono sciocchezze. Le tue parole sono politically very correct, denotano una postura dinnanzi alla quale risulta offensivo ogni tentativo di entrare nel merito. Sai cosa ti dico? Scusami se mi ero lasciato andare ad un gioco di parole allusivo sul tuo nome, in fondo non si trattava di altro che di una semplice “frecciatina”, alla quale avendo reagito con sdegno anziché autoironia ho dovuto replicare in modo serioso per spiegare dettagliatamente il motivo per cui avevo fatto quel gioco di parole. Del resto come insegna Landolfi i giochi di parole son cose serie. Io con toni pacati ti dico solo che mi sei stato ostile e ti ho spiegato quando e come, e se fui deluso è solo perché ti credevo mio complice. Più di questo non so che dire. Se vuoi andare avanti a far finta di non sentire e non vuoi entrare nel merito e magari anche in sede privata dirmi che ti dispiace, io rispetto, non sei certo obbligato a farlo. Tutto il resto è frutto di impulsi bassi e hai ragione, sono cazzate.
Mi scuso per il comportamento verbale strafottente che ho avuto ma non ho fatto altro che rispondere con una cazzata ironica ad una cosa che non è proprio una cazzata anzi è piuttosto grave, e mi riferisco alla slealtà e all’ostilità ricevute. A me piace Battiato, e l'avrei non solo difeso se fosse stato attaccato ma mi sarei sacrificato per far sì che venisse rispettato, perché per me nulla è più sacro del mio Maestro.

In fondo chiede riso chi è deriso. Chi è deriso, chiede riso…? Chi è De Riso? Chi è deriso. Chiede riso chiede riso. Chi è deriso, chi è deriso…

La canzone di Morgan esclusa da Sanremo 2018

La colpa è, indirettamente, del Festival di Sanremo 2018 e delle scelte fatte dal direttore artistico Claudio Baglioni. Non c'è dubbio che a determinare il risentimento, e dunque l'uscita sopra le righe di Morgan, abbia contribuito certamente la non accettazione della canzone che avrebbe voluto portare in gara al prossimo Festival. Qualche settimana prima dell'annuncio dei 20 big di Sanremo 2018, Castoldi raccontò in un'intervista a Spy, in cui annunciava un cambiamento radicale del suo percorso artistico, di aver scritto la sua canzone più bella:

Ho grande fiducia in Claudio Baglioni, uno degli artisti più importanti della musica italiana che ha scritto dei capolavori e che è anche uno dei pochi che sappia veramente suonare il pianoforte. Lui può fare davvero la differenza a Sanremo, per questo ci tengo a salire su quel palco