Rupert Grint e Georgia Groome
in foto: Rupert Grint e Georgia Groome

Rupert Grint, il Ron Weasley della saga di Harry Potter, diventerà padre. L'attore, infatti, è stato visto camminare per le strade di Londra assieme alla compagna, l'attrice Georgia Groome – che ha recitato nel film "La mia vita è un disastro" – che mostrava il suo pancione. I due sono noti, come coppia, per essere stati sempre molto discreti: "Rupert Grint e Georgia Groome sono contentissimi di poter annunciare che aspettano un bambino e vi chiedono di rispettare la loro privacy in questo momento, come ha confermato un loro rappresentante.

Il primo figlio per la coppia di attori

I due attori sono stati fotografati nei giorni scorsi nelle strade di Londra, durante il lockdown dovuto al coronavirus, mentre facevano acquisti. Vestiti in maniera informale, con jeans e leggins e t-shirt, si vede il pancione dell'attrice. Per i due è il primo figlio. Nonostante la loro relazione sia stata tenuta spesso fuori dalle luci della ribalta, i due sono fidanzati dal 2011 anche se per molti fan questa notizia è diventata nota solo pochi anni fa, come scrive EW che racconta di una vecchia foto dei due sia diventata virale in rete.

La voglia di paternità dell'attore di Harry Potter

Già l'estate scorsa si parlò della volontà dei due di sposarsi e cominciarono a girare delle voci sulla questione, al punto che un portavoce della coppia negò. In un'intervista che l'attore ha dato al Guardian nel 2018 aveva già parlato della sua voglia di diventare padre: "Compiere 30 anni è un po' strano, da una parte non ti rendi conto di essere già a questo punto e dall'altra non so ancora cosa porterà il futuro. Sto semplicemente seguendo la corrente, interpretando personaggi che mi piacciono e vedo cosa succede. Mi piacerebbe sistemarmi e avete presto dei figli". In attesa di sapere se sarà maschio o femmina, c'è una certezza, ovvero che non si chiamerà Ron, come il personaggio interpretato in Harry Potter, che nelle ultime settimane ha fatto il pieno di ascolti in tv: "È un bel nome ma probabilmente non lo sceglieremo".