Per Samantha De Grenet l'ultimo anno si è rivelato particolarmente difficile da affrontare, ma la modella non si è persa d'animo e dopo aver attraversato momenti bui, pieni di incertezza e paura, finalmente ha ripreso in mano la sua vita. In un'intervista al settimanale Gente, infatti, la soubrette racconta proprio quei mesi pesanti, dopo la diagnosi del tumore e la conseguente operazione a cui si è dovuta sottoporre.

La difficoltà di accettarsi dopo il tumore

Rapportarsi con la malattia non è stato semplice, soprattutto dopo l'intervento, che non ha messo la parola fine a questa delicata vicenda. Dopo l'operazione, infatti, Samantha De Grenet si è dovuta sottoporre a sedute di radioterapia, seguite poi da una cura farmacologica, che le ha portato degli scompensi a livello emotivo, umorale, ma soprattutto era cambiata la percezione che aveva di sé stessa, non riusciva ad accettarsi:

C’è stato un rifiuto, non mi rassegnavo, vedermi con tutte quelle cicatrici mi ha provata molto. Allo specchio non mi riconoscevo più, così ho smesso di guardarmi. Ho fatto radioterapia e ancora oggi sto seguendo una terapia farmacologica che all’inizio mi aveva gonfiata moltissimo, mi procurava improvvisi calori, il viso prendeva fuoco, avevo sbalzi d’umore repentini. Mi vedevo brutta, impresentabile e, nonostante mio marito facesse di tutto per farmi sentire bellissima, pensavo mi prendesse in giro. Volevo smettere anche di lavorare perché temevo che tutti mi trovassero irriconoscibile proprio come mi percepivo

La ripresa dopo il tumore

Ne aveva parlato in tv, per la prima volta, nel salotto di Caterina Balivo, dover senza scendere particolarmente nel dettaglio aveva raccontato la sua esperienza, parlando a cuore aperto di quel periodo così difficile che, però, con forza e determinazione era riuscita a superare. Una rinascita dura da mettere in atto, dopo tanta paura e sofferenza, un nuovo inizio difficile anche dal punto di vista psicologico, come spiega al settimanale: "Ho dovuto fare una quadrantectomia per rimuovere il male e plastica per “pareggiare” i seni, riducendo quello sano come quello operato, con tutte le cicatrici che comporta un intervento del genere. Ero guarita clinicamente, per fortuna ed è quello che conta, ma mi sono dovuta confrontare con il contraccolpo psicologico che per me è stato durissimo." Adesso la vita sembra aver ripreso la giusta piega, è cambiata la percezione che ha di sé stessa, e Samantha De Grenet può finalmente dire è tornata a parlare con la sua immagine riflessa allo specchio: "Va molto meglio. Ho fatto pace con lo specchio, mi sono sgonfiata grazie ai consulti con un endocrinologo, e ho ripreso ad avere confidenza con la mia immagine".