Fortissimo è il senso di responsabilità che caratterizza Sandra Milo, diva italiana 87enne. Intervistata dal settimanale Nuovo, l’attrice ha motivato così la scelta di posticipare ancora per qualche tempo il momento in cui smetterà di lavorare: “Ho bisogno di lavorare per mantenere i miei figli, Azzurra e Ciro, che sono disoccupati.  Lui ha anche un bambino, il mio nipotino Flavio, di 7 anni, e anche mia nuora Vanessa è senza lavoro. Quindi io – che ho la fortuna di essere in salute – devo lavorare per aiutare loro. E poi se devo fare una cosa non sto lì a riflettere più di tanto: è il pensiero che mi affatica”. Sandra è reduce da un momento particolarmente difficile segnato da una serie di difficoltà con il fisco.

Il figlio Ciro, protagonista di un momento tv diventato cult

Ciro, il figlio cui Sandra Milo fa riferimento, fu il protagonista involontario di un indimenticabile momento in tv. Era il 1990 e Sandra conduceva “L’amore è una cosa meravigliosa”, trasmissione tv Rai. Durante la diretta, una donna mai identificata riuscì a farsi passare al telefono la conduttrice cui, con voce malferma, confessò che il figlio Ciro aveva avuto un grave incidente, per poi consigliarle di correre in ospedale. “Ciro, Ciro!”, riuscì solo a dire Sandra in lacrime prima di precipitarsi fuori dallo studio, per poi rendersi conto che si era trattato di uno scherzo.

Sandra Milo e il lavoro: “Mi sono trovata senza a causa del Covid”

Ma quello in corso non è un momento semplice nemmeno per la musa di Federico Fellini che confessa di avere subito una brusca interruzione sul lavoro proprio a causa dell’emergenza sanitaria: “Mi sono trovata senza lavoro all’improvviso. Avrei dovuto debuttare a Milano con lo spettacolo ‘Ostriche e caffè americano’, storia di drag queen, un soggetto meraviglioso e molto felliniano. Ma a causa del covid-19 è saltato tutto. Avevo anche un film da girare e non l’ho potuto fare a causa dell’emergenza sanitaria".