143 CONDIVISIONI
9 Luglio 2012
11:36

Sara Tommasi diventa un meme

Dopo la perfomance negativa nel suo film a luci rosse, Sara Tommasi viene bersagliata dalla rete e diventa un meme. Anche Frank Matano si diverte ad imitare la sua espressione beota.
143 CONDIVISIONI

Se sei virale diventi un meme. E' matematico. Sara Tommasi e il suo film porno ha avuto un boom di download sui siti dedicati oltre ad avere tantissimi pirati intenti a distribuire gratuitamente in giro per forum e p2p, la pellicola che ha ricevuto solo stroncature dalla critica. Quindi, sia piaciuto o meno, l'argomento Sara Tommasi ha preso una piega virale degna delle recenti gesta eroiche di Balotelli. Quindi eccola in versione meme.

Partiamo con Frank Matano. Quel buontempone de Lamentecontorta ha postato le espressioni alla Benny Hill della soubrette e, di fianco, le ha provate ad imitare infilandosi una maglietta rossa alla rovescia per "mimare" la sua parrucca. L'effetto è stato notevole con il mattatore de Le Iene, passato anche per la nostra Fanpage Town, che sfida la Tommasi a colpi di smorfie. Dopo l'ottimo esordio "cinematografico" con il corto Euro 2012  Apocalipse Gay, continua a stupire anche con tre semplici scatti. Peccato per quel filo di barba, caro Frank, al posto suo avresti fatto sicuramente di meglio!

Mentre a Bonsai Tv confermano quanto espresso più volte dalla soubrette. Dopo le tremende storie di CIA, FBI e servizi segreti d'ogni parte del globo, siamo andati ai confini dell'universo. Il film porno girato per volontà degli extraterrestri ha fatto ridere a crepapelle tutta la rete e sono venuti fuori dei meme davvero esilaranti, tipo questo che vede l'illustre E.T. di Steven Spielberg confermare quanto dichiarato da Sara Tommasi.

143 CONDIVISIONI
il porno di Sara Tommasi
il porno di Sara Tommasi
770.221 di revenexquote
Giù le mani da Sara Tommasi
Giù le mani da Sara Tommasi
Sara Tommasi conquista il gossip della settimana
Sara Tommasi conquista il gossip della settimana
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni