I fan di Serena Grandi in queste ore hanno temuto che fosse accaduto qualcosa all'attrice romagnola che, sul suo profilo Instagram, ha pubblicato una foto con il volto insanguinato.

Lo scatto preoccupante su Instagram

Un rivolo di sangue scende copioso sul volto stanco e provato di Serena Grandi, è questa la foto che gli utenti di Instagram si sono trovati dinanzi nel corso di queste ore, e che ha destato particolare preoccupazione tra i fan dell'attrice che, immediatamente, si sono accertati che fosse tutto nella norma, commentando lo scatto. E in effetti, se la foto non fosse stata particolarmente veritiera e impattante, qualcuno si sarebbe reso conto del fatto che, proprio Serena Grandi, aveva fornito qualche indizio da cui si potesse evincere cose le fosse accaduto. Infatti, la 61enne è alle prese con un cortometraggio che parla di femminicidio, come scrive lei stessa accanto allo scatto incriminato.

Il corto contro il femminicidio

Una volta individuato il malinteso, si sono susseguiti a raffica dei commenti di supporto e ammirazione nei confronti della scelta artistica messa in atto dall'attrice che ha voluto dare voce a tutte quelle donne che, purtroppo, continuano ad essere vittime della brutalità e della follia dell'uomo che, crede di poter imprimere la propria forza, usando violenza e prevaricazione. Un vero e proprio grido di protesta contro una piaga della nostra società. Serena Grandi non rivela altri dettagli, relativi al cortometraggio, per i quali non resterà che aspettare altri piccoli indizi disseminati tra gli scatti dei prossimi giorni.

Le molestie subite da bambina

Ultimamente ospite nello studio di Mattino5, aveva raccontato di essere stata molestata da un prete quando era appena una bambina. Quei momenti sono rimasti indelebili nella sua memoria, modificando in maniera inevitabile anche il suo rapporto con la chiesa, negli anni successivi.

Cortocinematografico#femminicidio#stopfemminicidio#@

A post shared by Serena 🦋 (@serena.grandi) on