Nelle scorse ore, Vittorio Sgarbi è stato ricoverato d'urgenza all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Il noto critico d'arte avvertiva fortissimi dolori a causa di una colica renale. In un'intervista rilasciata al programma ECG Regione, in onda su Radio Cusano Campus, Sgarbi ha raccontato cosa gli è accaduto.

Il ricovero è avvenuto nella mattinata di ieri"In mattinata mi sono reso conto che avevo preso questa colica renale. Il Paese mi vuole bene? Dopo tanti anni in cui hanno cercato di contrastarmi adesso avranno visto che ho fatto la resistenza". Proprio poco prima del malore, Vittorio Sgarbi aveva pubblicato una foto che lo ritraeva con delle bare. Non ritiene, però, che gli abbiano portato sfortuna: "Se fossi morto sarebbe stato così, invece  abbiamo cercato un passaggio e io ho superato il rischio. Ero stato a visitare una chiesa che, come succede spesso in Italia, da luogo sacro era diventata un negozio di bare. Mi era sembrata una foto divertente, io stesso ho detto ‘Pubblicatela'. Poi quello che è accaduto stanotte, mi ha fatto pensare che potevo anche morire". Infine, ha parlato del forte dolore provato:

"Tale era la violenza della colica renale che pensavo che sarei morto. Poi l'ho superato, in questo caso la bara non è stata un presagio ma abbiamo fatto uno scongiuro. È un dolore terribile, mi sembrava di essere svitato, come se mi stessero asportando la parte superiore del corpo".