Il settimanale diretto da Alfonso Signorini torna a parlare di "gelati istituzionali", con Silvio Berlusconi che cambia il cono con la coppetta.

Prosegue il "gelato-gate". Dopo il trambusto per il cono gelato gustato in tutta tranquillità (ma senza la riservatezza sperata) dal Ministro per la Pubblica amministrazione e la semplificazione normativa, Marianna Madia, adesso "Chi" colpisce proprio l'ex Cavaliere ed ex Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Il settimanale di Alfonso Signorini gioca proprio ripescando quel servizio tanto chiacchierato nelle settimane scorse, cavalcando le immagini rubate durante una pausa del leader di Forza Italia presso una gelateria di Via Dante a Milano.

Silvio Berlusconi prende prima il cono, poi torna indietro e cambia idea, scegliendo una più pratica coppetta. Nemmeno a farlo apposta, c'erano i paparazzi appostati: la coppetta è a prova di gossip e il setttimanale ci gioca.

Dopo le polemiche suscitate dal "caso Madia" anche l'ex premier viene preso dallo spauracchio del momento. Così, dopo il comizio in piazza San Fedele a Milano. Salutato in pasticceria, cambia subito l'abito al suo dessert: sostituisce la cialda-à-porter con la coppetta.

Signorini chiese scusa per il gelato

In occasione di un'intervista rilasciata a "Che tempo che fa", il direttore di Chi si è scusato per il servizio sul ministro Madia, titolato con "Ci sa fare con il gelato". Lo avevamo sentito a Catania, replicando a caldo su come fosse stato ingiusto adottare due pesi e due misure con le foto della Pascale e quelle del servizio. Replicò così: "Il calippo sì e il gelato no?”. Ma da Fazio ha poi fatto mea culpa: "Dall’irriverenza al gossip il passo è breve, ma il titolo era davvero sbagliato. Ho sbagliato e me ne scuso".