Marco Castoldi, in arte Morgan, può tirare un piccolo sospiro di sollievo perché, per il momento è stato rinviato lo sfratto dalla sua casa di Monza , in via Adamello 8. Uno sfratto che il cantante denunciava come imminente da diverse settimane e che sarebbe dovuto avvenire proprio la mattina del 14 giugno, prima che arrivasse la notizia del rinvio che ha dato un po' di respiro al musicista e volto televisivo.

Presenti all'esterno dell'abitazione amici, artisti e giornalisti, a presidio in difesa della dignità di Morgan, che più volte ha parlato della sua casa come l'unico luogo in cui poter vivere e lavorare: "Ora in questo tempo dobbiamo riuscire a fare in modo che possa ricomprarmi la casa", ha detto Castoldi ai microfoni di Fanpage.it, descrivendo la sua situazione. Tra i volti noti che hanno mostrato solidarietà nei confronti dell'artista anche l'amica e collega Simona Ventura, che recentemente lo ha voluto nella giuria di The Voice. Con un tweet la conduttrice ha manifestato solidarietà nei confronti di Castoldi, dicendosi al suo fianco: "Ti vogliamo bene, sempre dalla tua parte".

Il pignoramento della casa di Morgan è stato deciso dal Tribunale di Monza alla fine del 2017, in virtù dei problemi economici del cantante relativi a presunte tasse non pagate, che come Morgan ha spiegato più volte, anche ai microfoni di Fanpage.it, sono dovuti a tasse non pagate. Pochi giorni fa il cantante etra stato ospite a "Live – Non è la d'Urso" per lanciare un ultimo, disperato appello affinché non venisse applicata la decisione del Tribunale. Presenza televisiva che evidentemente ha avuto i suoi effetti, visto il rinvio che lascia a Morgan la possibilità di cercare una soluzione e il tempo per tentare l'impresa disperata di riacquistare la casa di Monza che rischia di venirgli sottratta.