Simona Ventura, conduttrice televisiva attualmente impegnata con "La domenica Ventura" e "Il Collegio", si racconta a "F – Il settimanale femminile" edito da Cairo Editore e diretto da Marisa Deimichei. L'occasione è l'uscita del suo libro "Codice Ventura" edito da Sperling&Kupfer. Il libro parla dei ragazzi di oggi a confronto con quella che è stata la sua giovinezza. Un parallelo con quanto accaduto a suo figlio Niccolò, quando il ragazzo ha rischiato di morire aggredito e accoltellato all'esterno di una discoteca di Milano. Si parla anche dell'amore con Giovanni Terzi"Ho ritrovato la voglia di vivere". Niccolò Bettarini, oggi è conduttore di "Il Collegio Off".

La storia d'amore con Giovanni Terzi

Quanto entusiasmo per la relazione con Giovanni Terzi. Una storia d'amore che è cominciata un anno fa e che ha fornito nuove consapevolezze, nuova linfa ed energia anche nella vita professionale di Simona Ventura.

L’amore è stato una conseguenza del fatto di aver ritrovato la voglia di vivere. Dopo la grande paura per mio figlio, è come se un castello fosse venuto giù. Da queste ceneri ho recuperato un’energia positiva che mi ha portato a tagliare tanti rami secchi e proprio allora si sono aperte altre porte. Non cercavo questo amore. Venivo da una storia molto lunga (quella con Gerò Carraro, ndr). Lavoravo e mi dicevo: voglio stare da sola. E invece, quando meno te lo aspetti, eccolo qui l'amore più grande. Ma devo stare attento a dirlo. Se gridi la tua felicità attiri invidia, energie negative.

Come aveva raccontato anche in altre occasioni, la relazione con Giovanni Terzi è nata da un incontro a casa di amici e per puro caso. È iniziata "da fidanzatini", lontano dai riflettori: "Volevamo capire e capirci", ha detto Simona Ventura in una intervista precedente al settimanale "Chi".