Caterina Balivo ha raccontato su Instagram di avere vissuto una disavventura che sarebbe potuta terminare peggio. La celebre conduttrice Rai ha postato nei commenti a un suo post il racconto di quanto è accaduto poche ore fa. In vacanza insieme alla sua famiglia e a un’amica, Caterina si sarebbe persa, finendo per rimanere isolata e senza possibilità di chiedere aiuto per circa un’ora. Il racconto della sua disavventura è stato preceduto da una foto in cui la conduttrice sorride e scrive: “Stamattina sorrido per dire grazie alla vita… un giorno vi racconterò cosa mi (ci) è successo ieri notte”.

Il racconto dell’incidente

Dopo avere pungolato la curiosità degli utenti che le hanno chiesto a più riprese di spiegarsi, la Balivo ha raccontato: “Ragazzi !!! Allora non è successo niente di grave per fortuna. Ma sarebbe potuto succedere perché con la mia amica e i bambini ci siamo persi poco prima della mezzanotte, su un promontorio con strada sterrata, stretta e a picco sul mare. Così per un’ora senza connessione al Gps e ai telefonini. Dovevamo mascherare tutto per non spaventare i bambini con noi .. ma si sa i bambini capiscono sempre tutto.  Ora spero di non vedere titoli sul web strani perché così si genera solo disinformazione e preoccupazione. E aggiungo si manca anche di rispetto a chi davvero ha subito cose gravi e inattese. E qui fermo il dito perché dal 14 agosto tutti noi italiani ci sentiamo tristi delusi e meno sicuri”.

L’addio a Detto Fatto

Caterina Balivo sarà una delle grandi protagoniste del palinsesto di Rai1 nel corso della prossima stagione televisiva. Dopo anni su Rai2 al timone di Detto Fatto, la conduttrice ha accettato la proposta di una nuova trasmissione che la porterà sulla rete ammiraglia Rai. Sarà il volto di Vieni da me, in onda tutti i giorno dalle 14 alle 16. La scelta di dire addio alla trasmissione che le ha regalato il successo non è stata presa a cuor leggero, come racconta lei stessa in un’intervista al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni:

La scelta mi è costata molto di più di quanto pensassi. È stato come lasciar partire un figlio, che oramai è cresciuto. Però dopo otto anni di Milano, con i miei genitori lontani, a Napoli, era tempo di cambiare. E poi io ho cominciato a Rai Uno nel 1999: sentivo l’esigenza di tornare a Roma. Diciamo che alcune circostanze mi hanno portato a fare delle scelte e a cambiare tutto. È come se fosse finito un ciclo. Io non ho lasciato il programma, io ho proprio cambiato vita: la scuola dei miei figli, la casa, la città…tutto, insomma.