Non è passata inosservata l’abitudine di Tina Cipollari che, da circa un anno, ha cominciato a indossare parrucche. L’opinionista di Uomini e Donne sfoggia una capigliatura diversa rispetto al passato e sono stati molti ad avere intuito il fatto che quei capelli non fossero i suoi. Tina passa dl liscio al ricci, dai capelli lunghi a un taglio medio e, infine, da un biondo luminoso, quasi platino, a un biondo miele. In rete si è diffusa la credenza secondo la quale la Cipollari abbia cominciato a indossare delle parrucche perché costretta a rasare a zero i capelli dopo aver preso i pidocchi a Pecchino Express.

Fanpage.it ha contattato Chicco Nalli, marito dell’opinionista, affinché ci raccontasse che cos’è accaduto davvero. Che i capelli che oggi sfoggia la Cipollari non siano i suoi è proprio il marito a confermarlo, ma il motivo celato dietro la sua nuova scelta di stile è un altro

Tina ha dovuto tagliare i capelli perché quando era a Pechino le hanno fatto un decolorante a 40 volumi che le ha bruciato tutti capelli. Quando è tornata in Italia, ho dovuto metterci mano io e tagliarli affinché potessero tornare a essere sani, come lo erano sempre stati. Adesso stanno ricrescendo. Ha cominciato a indossare delle parrucche proprio per questo motivo. Oggi continua a usarle perché le piacciono. I pidocchi non c’entrano.

Tina Cipollari: “A Pechino Express ho preso i pidocchi”.

Era stata la stessa Tina a parlare delle complesse condizioni di vita vissute all’interno del reality di Rai2. L’opinionista di Uomini e Donne ha dormito all’interno di baracche così sporche e fatiscenti che il solo ricordo le metterebbe addosso una sensazione di fastidio. Al settimanale Oggi che la intervistò al suo rientro in Italia, raccontò una serie di aneddoti che servirono a chiarire il quadro generale

Sapevo che ‘Pechino Express' sarebbe stata una gara impegnativa, ma non avrei mai immaginato di dover affrontare persino il problema di pulci e pidocchi. Gli alloggi di fortuna erano sporchi all'inverosimile. Io non ero preparata a dormire in bettole del genere, con lenzuola sozze, cucine incrostate e bagni lerci. A posteriore, avrei dovuto essere più accorta. La sistemazione peggiore è stata la casa del barbiere di Juan La Laguna. Per riscaldarmi mi sono avvolta in una coperta lurida senza valutare le possibili conseguenze. Il risultato? Mi sono svegliata con un insopportabile prurito alla testa e con il corpo cosparso di piaghe rosse. Ho capito subito di avere i pidocchi. Non solo ero visibilmente piena di lendini, ma pure di bestioline! Non mi spiegavo la causa delle piaghe rosse ma al medico della produzione è bastata una rapida vista per diagnosticarmi le pulci della pelle. Per me è stato uno choc. Per fortuna i pidocchi li ho debellati in meno di una settimana, le pulci invece mi hanno tormentata per oltre 20 giorni.