Grave lutto per l'attore di "Taken", il 66enne Liam Neeson. Suo nipote Ronan Sexton, figlio di Bernadette, sorella dell'attore, è morto per le conseguenze subite dopo un trauma cranico. Il giovane, 35 anni, era in coma da cinque anni, dopo che una grave caduta da una cabina telefonica gli causò la brutta ferita al cranio.

Come è morto il nipote di Liam Neeson

Tutto è successo nel corso di una serata con gli amici a Brighton, nel sud dell'Inghilterra, Ronan Sexton era salito su una cabina telefonica per gioco. È stata una bravata che però gli è costata cara in quella occasione perché, scivolando da sei metri di altezza, si schiantò a terra battendo la testa. Ronan Sexton era il più giovane di sei figli nella sua famiglia. Il giovane è morto a Cushendall, un piccolo villaggio nell'Irlanda del Nord, circondato dall'affetto dei suoi familiari. Non ci sono dichiarazioni rilasciate dall'attore.

Dieci anni fa, Liam Neeson perse la moglie

Non è il primo lutto che Liam Neeson è costretto ad affrontare. Dieci anni fa, la star 66enne di "Schindler's List" e "Io vi troverò", ha perso la moglie Natasha Richardson, anche lei morta dopo un incidente sciistico in Canada. All'epoca dei fatti, Natasha Richardson, attrice in "Un amore a cinque stelle"con Jennifer Lopez e "Nell", in cui conosce il suo compagno, aveva soltanto 45 anni. La coppia era sposata da 15 anni.

Un fuoriclasse del cinema

Una carriera costellata di grandi titoli, più di 70 film in cinquant'anni di carriera. Liam Neeson è uno dei personaggi più amati dai cinefili del mondo. Anche per questo, la notizia di questo grave lutto ha fatto il giro delle agenzie più importanti. Tutti hanno amato i suoi personaggi, da Oskar Schindler in "Schindler's List" fino al Bryan Mills della trilogia di "Taken".