"Finché morte non ci separi" recita la formula con cui due persone si uniscono in matrimonio, eppure, a volte a separarle arriva qualcosa di meno definitivo della dipartita di uno dei due coniugi, a volte basta anche l'aver bevuto un bicchiere di troppo, come è successo al noto attore americano: Nicolas Cage.

Un matrimonio lampo

Uno degli attori più conosciuti del panorama hollywoodiano, protagonista di film di grande successo è Nicolas Cage, che si è trovato ad affrontare una vicenda che ha quasi del surreale. Il 23 marzo di quest'anno il 55enne aveva spostato la compagna, la make-up artist Erika Koike. L'annullamento sarebbe stato richiesto dopo soli 4 giorni dal matrimonio e la motivazione è piuttosto insolita. Secondo quanto riportato dal sito americano TMZ, Cage avrebbe deciso di chiedere il divorzio perché al momento del "sì" era troppo ubriaco, il tutto sarebbe confermato anche da un testimone oculare che avrebbe visto il protagonista di The Family Man piuttosto alterato, come ha dichiarato al DailyMail. In più le telecamere dell'hotel in cui si trovavano avrebbero ripreso una lite piuttosto furiosa tra i due, pochi minuti prima del matrimonio.

Il passato torbido di Erika Koike

Uno dei motivi che avvalorerebbe la decisione dell'attore sarebbe da ricondursi alla vita privata della sua, ormai ex, consorte. Erika Koike sarebbe stata arrestata due volte a Los Angeles, nel 2008 e nel 2011, e sottoposta anche ad un programma di disintossicazione da alcol e droga. Nicolas Cage non sarebbe stato al corrente di questi torbidi trascorsi al momento delle nozze, a cui avrebbe acconsentito perché "intossicato dall'alcol" come avrebbero detto i suoi avvocati nel presentare le pratiche per il divorzio, così come è riportato su siti e riviste americane. E così alla lista degli annullamenti matrimoniali se ne aggiunge un altro, il quarto per l'esattezza, dopo i quattro anni con Patricia Arquette, i dodici anni con Alice Kim e la relazione di un mese e mezzo con Lisa Marie Presley.