133 CONDIVISIONI
21 Dicembre 2013
12:06

Un 2013 da dimenticare, tanti i personaggi famosi che ci hanno lasciato

Il 2013 è ormai agli sgoccioli. Quest’anno è stato segnato dalla scomparsa di volti rappresentativi della cultura italiana e di star internazionali che hanno suscitato un’ondata di commozione che ha unito i fan di tutto il mondo.
A cura di Daniela Seclì
133 CONDIVISIONI

Il 2013 volge ormai al termine. In questo lungo anno abbiamo assistito alla scomparsa di volti noti che in qualche modo sono stati rappresentativi della cultura italiana. Cantanti come Franco Califano, Enzo Jannacci, Little Tony e Jimmy Fontana che hanno segnato un'epoca del panorama musicale nostrano. Attori come Mariangela Melato, Franca Rame e Giuliano Gemma che con il loro carisma artistico e il loro talento hanno dato lustro al nostro paese. Il 2013, però, è stato segnato anche da vite spezzate come quella di Paul Walker e Cory Monteith che sono volati via nel fiore della loro esistenza causando una commozione che per giorni e giorni ha unito fan di tutto il mondo.

Mariangela Melato

Mariangela Melato è morta l'11 gennaio. Aveva 71 anni. L'attrice è morta dopo una lunga lotta contro un tumore al pancreas. Veniva definita la "Signora del Teatro" perché la sua vita era stata dedicata al fuoco sacro dell'arte attoriale. Vinse diversi premi tra cui il David di Donatello come Miglior Attrice per i film “La poliziotta”, “Caro Michele”, “Il gatto” e “Aiutami a Sognare”. Il giorno del suo funerale, commosse tutti il pensiero di Renzo Arbore che con lei condivise una lunga storia d'amore. Il cantautore la definì "una signora di vera nobiltà di sentimenti ed etica. Ha sempre affrontato le cose più impegnative, importanti e difficili con un coraggio e una forza straordinaria che derivavano da qualità artistiche superiori." 

Conrad Bain

Conrad Bain è morto il 14 gennaio. Aveva 89 anni. La sua morte è sopraggiunta per circostanze naturali. Molto amato dal pubblico, l'attore fu conosciuto a livello internazionale per aver interpretato il ruolo del padre adottivo di Arnold, nella serie tv "Il mio amico Arnold". Bain, infatti, interpretava il personaggio di Philip Drummond, il ricco uomo d’affari che toglie dalla povertà Arnold e Willis, come volere della loro madre, sua governante.

Enzo Jannacci

Enzo Jannacci è morto il 29 marzo. Aveva 77 anni. Da tempo era malato. Cantautore, attore, cabarettista e cardiologo milanese, aveva un rapporto viscerale con la sua Milano. Autore del tormentone "Vengo anch'io no tu no", contava nel suo repertorio anche brani più intimisti come "Giovanni telegrafista" o "Vivere". Il figlio Paolo ha colto la sua eredità artistica.

Franco Califano

Franco Califano è morto il 30 marzo. Aveva 74 anni. La morte è giunta dopo una lunga malattia, che se l'è portato via mentre si trovava nella sua casa di Acilia. Cantautore, poeta, scrittore e attore, "il Califfo" è stato senz'altro un artista unico, che fino all'ultimo respiro ha continuato a scrivere le sue canzoni, fondendo sapientemente poesia  e musica.

Little Tony

Little Tony è morto il 27 maggio. Aveva 72 anni. Da tre mesi era ricoverato a Villa Margherita, a Roma per via di un tumore. Viene considerato uno dei principali esponenti della scuola rock'n'roll italiana. Ha regalato al repertorio musicale nostrano successi senza tempo come "Cuore Matto", "Riderà" e "24mila baci", che cantò a Sanremo in coppia con Adriano Celentano. Ai suoi funerali hanno preso parte tantissimi artisti, da Gianni Morandi ad Albano. Un corteo di Ferrari fiammanti ha accompagnato il feretro; per lui erano una grande passione.

Franca Rame

Franca Rame è morta il 29 maggio. Aveva 84 anni. La sua morte è stata causata da una crisi respiratoria. Attrice teatrale, drammaturga e politicamente impegnata, visse la sua esistenza in compagnia di Dario Fo con il quale condivise un amore lungo 60 anni. Proprio la solida relazione con l'attore, riuscì a farle superare la violenza subita nel 1973.

James Gandolfini

James Gandolfini è morto il 19 giugno. Aveva 51 anni. Al momento della morte, sopraggiunta per un infarto, si trovava in un hotel a Roma. Pochi giorni più tardi avrebbe dovuto partecipare al Festival di Taormina. Era sposato con Deborah Lin, da cui aveva avuto una bimba Liliana Ruth. L'attore aveva anche un figlio maschio, Michael, nato dal precedente matrimonio con Marcy Wudarski. Il ruolo che lo fece entrare nel cuore di milioni di fan è stato quello di Tony Soprano, un boss malavitoso italo-americano.

Cory Monteith

Cory Monteith è morto il 13 luglio. Aveva 31 anni. Il suo corpo è stato ritrovato esanime nell'hotel Fairmont Pacific Rim di Vancouver. L'autopsia rivelerà che l'attore è morto per un mix di eroina e alcol. Monteith era amatissimo dai fan della serie musicale "Glee", nella quale interpretava il ruolo di del quaterback Finn Hudson. Nella vita reale era fidanzato con Lea Michele (anche lei attrice in Glee), i due parlavano già di matrimonio. La sua scomparsa ha generato un'enorme ondata di commozione sia tra i fan che nel cast della serie. Gli stessi attori, infatti, hanno trovato difficoltà a registrare gli episodi successivi alla sua morte perché faticavano a trattenere le lacrime.

Tonino Accolla

Tonino Accolla è morto il 14 luglio 2013. Aveva 64 anni. La morte è avvenuta dopo una lunga malattia. Il doppiatore ebbe il grane merito di caratterizzare il personaggio di Homer Simpson con quella voce inconfondibile. Sua anche l'inequivocabile risata che contraddistinse Eddie Murphy in tutta la filmografia più nota.

Giuliano Gemma

Giuliano Gemma è morto l'1 ottobre. Aveva 75 anni. L'attore è rimasto coinvolto in un incidente stradale mentre era a bordo della sua auto a Cerveteri. È deceduto poco dopo l'arrivo in ospedale. Era considerato il signore del western all’italiana. Era stimato dai colleghi non solo per il suo talento ma anche per il suo modo di fare. Era, infatti, un uomo di grande educazione, cowboy soltanto per il cinema.

Carlo Lizzani

Carlo Lizzani è morto il 5 ottobre. Aveva 91 anni. Il regista si è tolto la vita gettandosi dal terzo piano di un palazzo del centro. Da tempo ormai non era sereno. Soffriva di depressione. Viveva con la moglie, Edith Bieber, costretta a letto perché molto malata. Anche il suo stato di salute non era dei migliori ed era assistito da una badante che se ne prendeva cura. Ha deciso, così, di porre fine alla sua esistenza, restando comunque nel cuore di chi ha amato le sue opere.

 Andrea Brambilla in arte Zuzzurro

Andrea Brambilla, noto come Zuzzurro è morto il 24 ottobre. Aveva 67 anni. Il comico è morto a causa di un carcinoma al polmone. Insieme a Gaspare (Nino Formicola) aveva costituito un duo comico perfetto, amatissimo sin dai tempi del Drive In. Insieme hanno condiviso ben 35 anni di carriera. Zuzzurro ha continuato ad esibirsi fino alla fine, rinunciando ad uno spettacolo solo pochi giorni prima della sua morte. Le sue condizioni si erano ormai aggravate.

 Lou Reed

Lou Reed è morto il 27 ottobre.  Aveva 71 anni. La sua morte è arrivata dopo diversi problemi di salute, legati soprattutto ad un fegato malandato e al conseguente trapianto. Figura chiava del panorama musicale mondiale, regalò gioiellini come "Perfect Day" o "Walk in The Wild Side" che insieme al suo nome resteranno indelebili nella mente dei tantissimi fan. Un vissuto tutt'altro che semplice. Quando era ancora un adolescente fu sottoposto all'elettroshock solo perché bisessuale. Anche in questo caso si sfogo con la musica e scrisse la canzone "Kill your sons". Nel 2008 sposò la sua Laurie Anderson, compagna di una vita che nel suo ultimo saluto pronunciato in forma pubblica, lo definì "principe e combattente".

 Jimmy Fontana

Jimmy Fontana è morto l'11 settembre. Aveva 78 anni. Alla sua morte i media parlarono di una lunga malattia, ma il figlio intervenne prontamente a smentire, precisando che il cantante è deceduto per via di "un’improvvisa febbre alta per un’infezione conseguente ad un problema che aveva ad un dente, c’è stato un abbassamento di pressione e qualcosa nel fisico non piu’ di bambino ha ceduto". Jimmy Fontana, infatti, ha continuato a tenere serate fino a qualche giorno prima della sua morte. Ha consegnato nelle mani della musica italiana, dei successi come "Che sarà" e "Il mondo" che hanno resistito al passare degli anni.

 Paul Walker

Paul Walker è morto il 30 novembre. Aveva 40 anni. L'attore – amatissimo dai fan di Fast and Furious – si trovava all’interno di una Porsche Carrera GT guidata da un amico, Roger Rodas, quando l’auto si è schiantata contro un albero, prendendo fuoco. L'autopsia rivelerà che Walker è morto per lesioni e bruciature. Tantissimi gli attestati di stima arrivati nei suoi confronti. Tra tutti anche quello del collega Vin Diesel che ha definito Paul suo "fratello". Ha lasciato una figlia di 15 anni, Meadow Rain.

133 CONDIVISIONI
Barbara d'Urso è il peggior personaggio tv del 2013
Barbara d'Urso è il peggior personaggio tv del 2013
La sigaretta elettronica dei famosi: tanti i vip che
La sigaretta elettronica dei famosi: tanti i vip che "svapano" (FOTO)
Serena Garitta:
Serena Garitta: "Sono stata lasciata, ma tanti uomini vogliono stare con me"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni