3 Dicembre 2021
12:38

Ursula Corberó alla premierè di La Casa di Carta con la mamma e sorella: “Le donne della mia vita”

Alla premierè de La Casa di Carta a Madrid Ursula Corberó ha avuto al suo fianco sua madre e sua sorella, le donne della sua vita, con cui ha posato sul red carpet: su Instagram la foto insieme.
A cura di Gaia Martino

Al via l'ultima parte della quinta stagione de La Casa di Carta, venerdì 3 dicembre è il giorno della gran finale. Gli amanti della serie tv spagnola sapranno finalmente come andrà a finire la rapina più incredibile alla Banca di Spagna, ancora tristi per l'addio di Tokyo, una delle protagoniste indiscusse. Il primo capitolo si è concluso proprio con la morte della rapinatrice nonché narratrice della storia che si è sacrificata per il gruppo facendosi lanciare il aria uccidendo così il nemico Gandia. Negli ultimi episodi della serie Netflix non sarà dunque presente ma ha partecipato ugualmente alla première che si è tenuta a Madrid. Con indosso un bellissimo abito nero, Ursula  Corberó ha posato insieme ai suoi colleghi ed amici con cui ha condiviso l'avventura de La Casa di Carta. Con lei sul red carpet anche la sorella e la mamma.

Úrsula Corberó con la madre e la sorella

Alla première del gran finale de La Casa di Carta, Ursula Corberó ha avuto il piacere di avere al suo fianco le donne della sua vita, sua madre e sua sorella. Le ha presentate attraverso le sue Instagram story: "La mami e la sister, las mujeres de mi vida".

La spagnola è molto legata alla sua famiglia che non potrebbe essere più orgogliosa del suo successo. Esther Delgado è il nome della mamma di Ursula, rimasta incinta della primogenita, la sorellastra maggiore dell'attrice, quando aveva solo 17 anni.

L'infanzia di Ursula Corberó

La mamma di Tokyo è una donna coraggiosa che nella vita si è data tanto da fare. In un'intervista a Il Corriere l'attrice spagnola ha raccontato i dettagli della sua infanzia, rivelando che la sua mamma a 17 anni rimase incinta di sua sorella, nata da una storia con un altro uomo.

Nel momento in cui si cominciò a vedere la pancia diventò la piaga del quartiere: restò senza amici e, pur essendo una studentessa brillante, fu cacciata da scuola perché era ritenuta un cattivo esempio. Ma era felice lo stesso

Esther Delgado ha dedicato la sua vita alle figlie. Quando seppe che la figlia minore voleva diventare attrice si mise a disposizione per tentarle tutte, insieme a lei:

Vivevamo a 62 chilometri da Barcellona e mia madre non aveva né l’auto né la patente. Facevamo l’autostop per raggiungere il paese accanto e da lì prendere il treno per Barcellona e poi la metropolitana

Il papà, Pepe, è carpentiere ed anche lui celebra con la figlia i momenti più importanti e di grande gioia.

L'addio di Tokyo al cast de La Casa di Carta, Úrsula Corberó Delgado in lacrime
L'addio di Tokyo al cast de La Casa di Carta, Úrsula Corberó Delgado in lacrime
Alessandro D'Amico, ex di Uomini e Donne: "Ho donato un rene a mia sorella e le ho salvato la vita"
Alessandro D'Amico, ex di Uomini e Donne: "Ho donato un rene a mia sorella e le ho salvato la vita"
Gli autori spiegano come finisce La Casa di Carta 5
Gli autori spiegano come finisce La Casa di Carta 5
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni