29 Settembre 2016
16:41

Valeria Marini inseguita da un’ape al Gf Vip, la showgirl scappa via urlando disperata

Era una giornata come le altre nella casa del Grande Fratello Vip quando Valeria Marini ha iniziato a correre per il giardino, urlando a squarciagola. La showgirl era convinta che un’ape la stesse inseguendo. Per Clemente Russo, invece, si trattava solo di una farfalla.
A cura di Daniela Seclì

La seconda settimana del ‘Grande Fratello Vip‘ non è caratterizzata solo da liti. Nel corso delle lunghe giornate nella casa, infatti, non mancano i momenti di leggerezza. Uno dei quali, ha avuto luogo proprio in queste ore.

La protagonista è Valeria Marini. La showgirl in bikini, si stava godendo il sole settembrino, comodamente distesa in cortile con gli altri inquilini. Laura Freddi aveva appena proposto di stare in silenzio per provare a schiacciare un pisolino. Di punto in bianco, però, la showgirl ha iniziato a urlare:

"Oddio, aiuto un'ape".

Si è alzata di scatto dalla poltroncina e ha iniziato a correre per il giardino, urlando a più non posso e liberandosi del microfono. Inutile dire, che gli altri inquilini sono scoppiati in una fragorosa risata. Laura Freddi ha domandato: "Ma dov'è quest'ape?". Clemente Russo allora, si è detto convinto che si trattasse solo di una farfalla. Ma Valeria Marini è rimasta ferma sulla sua posizione: "Era un'ape regina così grande". La sua reazione scomposta, però, ha causato l'ilarità degli internauti e in molti hanno ammesso che se si fossero trovati nella stessa situazione, avrebbero reagito allo stesso modo.

I momenti più difficili di Valeria Marini nella Casa del GF Vip
I momenti più difficili di Valeria Marini nella Casa del GF Vip
243.236 di Spettacolo Fanpage
GF VIP 2016: tutti contro Valeria Marini
GF VIP 2016: tutti contro Valeria Marini
465.436 di Spettacolo Fanpage
Il coraggio di Valeria Marini al GF Vip, senza trucco sfida ironia e cattiverie
Il coraggio di Valeria Marini al GF Vip, senza trucco sfida ironia e cattiverie
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni