Quante polemiche nel mondo del gossip sull'asse Iannone-De Lellis. Il pilota è stato squalificato per 18 mesi, dal 17 dicembre 2019 al 16 giugno 2021 per essere stato trovato positivo al controllo antidoping effettuato al Gp di Malesia del 3 novembre scorso. I giudici scrivono nella sentenza che il pilota è stato "vittima di una contaminazione alimentare" che ha fatto sì che risultassero tracce elevate di drostanolone nel sangue. Andrea Iannone si è sfogato duramente su Instagram, dopo quattro mesi di silenzio: "Essere giudicato innocente non mi lascia certo felice poiché, per la prima volta nella storia, un atleta viene giudicato innocente e allo stesso tempo viene condannato a 18 mesi per aver assunto cibo contaminato fuori dal proprio controllo".

Il commento della sorella di Giulia De Lellis

Il commento della sorella di Giulia De Lellis, Veronica: "Il tempo è galantuomo", è diventato un boomerang fuori controllo suoi social che hanno criticato il suo atteggiamento: "Non è il caso di scrivere nulla", si legge. Il motivo è perché questo commento spunta fuori proprio a pochi giorni dalla notizia diffusa da "Chi" secondo cui Giulia De Lellis sarebbe a Pomezia durante la quarantena con Andrea Damante. Il commento, che è stato cancellato, ha per questo lasciato qualche strascico a livello social.

La replica di Veronica De Lellis

In una stories su Instagram, Veronica De Lellis ha replicato duramente a quanti l'hanno criticata, mostrando una foto con suo figlio e precisando che quella è la sua vita e non il mondo del pettegolezzo: "Ho una vita molto piena, soprattutto soddisfacente perché ho scelto a 32 anni di essere mamma! Non ho 16 anni e quindi è solo un ripiego (si riferisce al commento su instagram, ndr). Questo per dirvi che se in quarantena ve state a rompe il cazzo, meditate sulla vostra vita e non sulla mia".