La sexy tifosa dell'Argentina festeggia la vittoria contro l'Iran tutta nuda con la sola bandiera nazionale a coprirle le parti intime, ma i fan la insultano: "Questa è un'offesa alla nostra patria".

L'Argentina vince ancora grazie ad una magia di Leo Messi, seppur abbia sofferto non poco i contropiedi veloci di un arroccato Iran. Questa volta non c'era la tifosa sexy numero uno, distintasi per la sua bella presenza sugli spalti contro la Bosnia, Vicky Xipolitakis, ciononostante la bionda ha trovato comunque un modo per far parlare di sé. In un tweet si è mostrata mentre ha festeggiato con dei colleghi ballerini la vittoria della Nazionale, restando completamente nudi e fasciati della sola bandiera dell'Argentina: un gesto che non ha fatto piacere ai nazionalisti che hanno chiamato in causa l'articolo 222 del codice penale, al secondo comma, che punisce chi "insulta pubblicamente la bandiera, lo stemma, l'inno della nazione o gli emblemi delle province dell'Argentina".

"Vergogna!". Così Vicky Xipolitakis adesso rischierebbe grosso e, se le cose dovessero procedere, potrebbe essere presto chiamata in tribunale da un giudice per rispondere del reato di vilipendio alla bandiera. Sui social network sono inviperiti con la sensualissima star argentina, si parla di immagini "fuori luogo e ignoranti", di atteggiamenti "irriverenti", "irrispettosi", tutte unite ad un solo grido, quello che sentenzia "vergogna". Vicky ha risposto che aveva soltanto intenzione di festeggiare la vittoria della nazionale e che non aveva intenzione di offendere nessuno, adesso però rischia di finire in tribunale.

Era cominciato bene l'idillio tra Vicky Xipolitakis e i tifosi dell'Albiceleste, che si erano innamorati di lei al pari dell'eroe della propria nazionale, Lionel Messi. Le giocate del numero 10 in forza al Barcellona venivano paragonate alle forme sensuali ed irresistibili dell'argentina di origini elleniche. Ora che ha offeso la bandiera, questo legame potrebbe spezzarsi per sempre.