Vladimir Luxuria torna a parlare della vicenda che interessa Francesca Pascale, coinvolgendo Paola Turci. La ex compagna di Silvia Berlusconi pare sia davvero vicina a Paola Turci e nell'intervista rilasciata al Corriere della Sera, la Luxuria non fa nulla per smentire le ipotesi: "Io penso che sia sempre stata gender fluid, un po' come tutti i giovani d'oggi". 

Le parole di Vladimir Luxuria

Vladimir Luxuria ha dichiarato di aver sentito la Pascale proprio poche ore prima di aver rilasciato l'intervista, "è un po' preoccupata". Per cosa? Dagospia, nella serata di ieri, ha pubblicato le indiscrezioni sul mancato accordo economico tra lei e Silvio Berlusconi E infatti Giovanna Cavalli per il CorSera chiede: "Questioni di cuore o di bilancio?". La risposta: "Era preoccupata, punto. Non posso dirle altro sennò si arrabbia. Non mi faccia rompere un'amicizia". 

Ci siamo conosciute a luglio del 2014, quando a sorpresa Francesca prese la tessera dell’Arcigay. I giornali mi chiesero un commento, sperando fosse velenoso, io invece le diedi il benvenuto. A quei tempi si discuteva di unioni civili e adozioni e al Senato i numeri erano ballerini, perciò avere dalla nostra parte la compagna del leader di Forza Italia non poteva che farmi piacere. Me lo aveva proposto lei, pensavo scherzasse, invece si presentò sul serio. Elegantissima, in giacca e pantaloni bianchi, ballammo, brindammo, ci fu un tripudio di foto. L’indomani ci sommersero di critiche. L’ala più retrograda del partito se la prese con lei, la Sinistra accusò me di flirtare con la fidanzata del nemico.

Francesca Pascale sapeva di Marta Fascina

Vladimir Luxuria racconta che con Francesca Pascale si sente regolarmente, e da tempo parlavano soprattutto di problemi di cuore. La Pascale sapeva già di Marta Fascina, infatti:

Ci siamo sempre sentite. A volte in videochiamata per parlare di vestiti, borse e scarpe. O di dispiaceri amorosi. Come quando Francesca ha scoperto di essere stata piantata. Lei se n’era già accorta, ma Berlusconi all’inizio negava, smentiva, sviava. Poi sono uscite le prime foto rubate. Quando si sono lasciati, Francesca ha sofferto molto, era arrabbiata, delusa. Tutti hanno sempre pensato che stesse con lui solo per soldi, invece lo amava davvero e della differenza di età non le importava nulla. Perciò si è sentita tradita.

Il rapporto con Paola Turci

Nessuna sorpresa sul rapporto con Paola Turci: "Oh, ma lei lo aveva già detto da quel dì: “Se fossi lesbica vorrei esserlo liberamente”. Credo sia sempre stata gender fluid, senza schemi, come molti giovani d’oggi. Del resto, ridendo, mi raccontava di quando suo padre, trovandola un po’ maschiaccio, le dicesse in dialetto: “Francè, tu sì nu masculone”. La sento felice, spero che il chiacchiericcio non rovini un rapporto appena iniziato. So che Paola ci è rimasta molto male per le foto del bacio… che poi il servizio non era concordato, sono state davvero paparazzate". E questa paparazzata potrebbe aver pregiudicato la buonuscita da 20 milioni di euro più l'assegno annuale di mantenimento da un milione di euro. Stando a Dagospia, Silvio Berlusconi era intenzionato a sborsare non più di 5 milioni di euro per la buonuscita.